Errico Novella Calabrese

Introduzione di Pasquino Crupi

L’ ERRICO, novella calabrese – così giudicò Francesco De Sanctis – “fu l’ultimo fiore della letteratura calabrese”. Comparve nel 1845. Ma da quell’anno mai più ripubblicato, e ora tolto dall’oblio e dalla polvere, come meritano le opere che aprono un nuovo cammino della letteratura italiana: quello del rinnovamento del romanticismo italiano.
L’Errico è la grande tragedia di sangue e di morte, che nasce da una terra senza giustizia. Gli scrittori nazionali ersero contro l’ingiusta giustizia dei tribunali l’arma dell’ironia, e fuor d’Italia alzarono grandi utopie. Domenico Mauro vide solo rimedio contro l’ingiusta giustizia dei tribunali il brigantaggio. Questo tema, però, resta come incapsulato e il poemetto si disnoda come dramma di una infedeltà coniugale, di una amicizia tradita, di una vendetta riparatrice.

15,00

COD: 9788881019021Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2012

Numero pagine

144

ISBN

978-88-8101-902-1

Collana

Gli intellettuali calabresi che fecero l'Italia

Formato

Cartaceo

Autore

Mauro Domenico

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Errico Novella Calabrese”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]