Volevo fare la ballerina di danza classica

Un libro per la Scuola…
Dove per significa: causa, scopo, passaggio, attraversamento…
Dove Scuola riprende le sue profonde radici greche nel significato di gioco, che è un sostantivo molto molto serio e le espande, frugifere, nel senso di palestra di Vita.
L’Autrice raccoglie in questo libro una quantità e qualità di esperienze vissute in varie realtà scolastiche: Sardegna, Veneto, Agro Pontino e, grazie ad una sua peculiare sensibilità, ne analizza acutamente le caratteristiche culturali, sociologiche, antropologiche, politiche… unificandole, e universalizzandole tutte, nel vero Protagonista: l’Alunno, cui si deve il massimo rispetto e per il quale si fa scuola…
Un libro che si legge ben sì con attenzione per la sostanza dell’argomento ma anche con piacere totale grazie ad un altissimo livello di stile, innato nell’Autrice, pur se affinato ‘retoricamente’, e sempre ‘in punta di penna’ dalla nobiltà della Sua Professione.
Un libro che insegna molto (e come!), un libro che, negli attuali marosi pericolosi in cui la Scuola rischia di naufragare, deve appartenere, di diritto e di dovere (del piacere s’è detto) alle biblioteche e, soprattutto, alle cattedre e poi ai banchi delle nostre scuole, dove si va per imparare, appunto, dove l’Autrice, con sacrificio (alla lettera!) e con piacere/dovere ha imparato ad imparare e ha imparato ad insegnare, sempre per i ‘suoi’ amatissimi Alunni.

 

16,00

COD: 9788868222475 Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2015

Numero pagine

208

Formato

Cartaceo

ISBN

978-88-6822-247-5

Autore

Pennacchia Fausta

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Volevo fare la ballerina di danza classica”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]