Scritti su serpetro

Composta in prossimità del 1632 e pubblicata nel 1644 dal Quevedo, subito dopo la liberazione dal carcere, la Vida de Marco Bruto si inserisce a pieno titolo sul versante delle opere storiche ed etiche riccamente presenti nel XVII secolo. L’opera di Quevedo si caratterizza per la radicale critica cui sottopone il concetto di potere. Non c’è per Quevedo alcuna legittimazione del potere che non sia dettata dal potere medesimo. Il governo, comunque si caratterizzi, è portatore di una ingiustizia capitale, e proprio perché capitale sta alla base di tutte le ingiustizie. Se i governi costituiscono il male assoluto, la speranza nella possibilità di cangiare la ragione di un governo consolidato da tempo, per creare un governo maggiormente rispondente a criteri di giustizia, è impresa vana e folle a un tempo.
… Più che il pensiero conservatore, le riflessioni di Quevedo contemplano la filosofia della tradizione. Egli non ama che il re appaia nudo. Quando questo accade il regno è esposto al peggiore dei perigli: la rivoluzione.
(Santi Lo Giudice da Osservazioni politiche e morali sopra la vita di Marco Bruto ed. 2014).

Come accennato da più fonti Serpetro nel 1639 viveva a Palermo nel palazzo di Nicolò Placido Branciforti, conte di Raccuja e principe di Leonforte, ove fungeva da segretario. Professione questa prestigiosa tanto da essere ambita da persone non aristocratiche ma di elevata cultura (si pensi, per ricordare un nome celebre, al Machiavelli della Repubblica Fiorentina). Prestigiosa carica gravida, però, di incombenze di ogni tipo, che presupponevano una vasta cultura per risolvere problemi inerenti alle relazioni esterne (dimestichezza con le corti) e interne (dimestichezza con la vita di corte) al palazzo.
(Santi Lo Giudice da Il Mercato delle Maraviglie ed. 2011)

15,00

COD: 9788868223144 Categorie: , ,
Anno di pubblicazione

2015

Numero pagine

192

ISBN

978-88-6822-314-4

Formato

Cartaceo, eBook (epub)

Autore

Lo Giudice Santi

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Scritti su serpetro”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]