Amici e nemici della società aperta

Un dialogo (im)possibile tra culture

L’espressione eloquente «società aperta», che si contrappone a «società chiusa», appartiene al filosofo francese Henri Bergson (1859- 1941), che nel volume Le due fonti della morale e della religione delinea i tratti fondamentali da cui trae spunto Karl Raimund Popper per impostare la sua difesa della democrazia ne La società aperta e i suoi nemici. Sullo stesso percorso si innesta la riflessione di Rocco Pezzimenti che, ne La società aperta e i suoi amici, propone un’acuta interpretazione relativa all’evoluzione della società romana, primo esempio di cultura cosmopolita che, attraverso l’Impero, fu portatrice di una visione globalizzata della storia.

Amici e nemici della società aperta non vuole essere semplicemente un confronto tra Popper e Pezzimenti – filosofi, che certamente continuano ad offrire spunti originali inerenti lo sviluppo della società aperta, per il modo in cui sostengono le ragioni di una cultura cosmopolita basata sull’integrazione fra i popoli –, ma il tentativo di abbozzare e proporre al lettore una suggestiva e accurata disamina all’interno della società occidentale, partendo proprio dal rapporto epistolare che i due pensatori ebbero alternatamente per circa un decennio, dal 1984 al 1994.

25,00

COD: 9788881018277 Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2012

Numero pagine

296

ISBN

978-88-8101-827-7

Collana

Filosofia Teoretica

Formato

Cartaceo

Autore

Battaglia Martino Michele

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Amici e nemici della società aperta”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]