Nuovi studi pirandelliani

PRESENTAZIONE DELL’ESCLUSA PIANGENTE ATTRICE SAFFO (Luna Atena Medusa-Saffo Trivia = Tre Moire-Grazie) LA DEA DELLA SAPIENZA (Armonia-Anima-Arte = chiave-cléis d’oro) DEL TEATRO GRECO (Opera-Giornata Trinacria = dramma-finzione-sfinge-croce da fare-sciogliere = tempo del Personaggio-Spirito Nessuno-Virtù / luogo del Libro-Dio-Figlio-Regista-Attore Polifemo Centomila-Bestia-Vesta / azione del Poeta-Padre Odisseo Uno-Uomo) DEL DRAMMATURGO-SOLE BASILEUS (Signore-Messia) DIO-UOMO (Dioniso) DI ATENE

In questa “Presentazione” l’agrigentina (greca) Mirella Salvaggio dimostra che la Poetessa di Lesbo (“Saffo” è nome d’arte), erroneamente ritenuta autrice di poesie liriche (cantate sulla lira), è l’omerica attrice “Ignota” (l’“Io” non biografico, non rappresentativo e paradigmatico) del teatro greco all’aperto (Teatro d’Arte): l’Opera-Giornata Trinacria (piramide-montagna = Olimpo-Calvario) dell’invisibile Drammaturgo-Sole Castore-Socrate (Crise-Cristo Anér) che cerca se stesso nell’armonia- anima aria aperta (tragedia) albaurora-rosa (pasqua). Parola del teosofo-sofista Platone: «Una vita senza ricerca non vale la pena di essere vissuta…». Nelle pagine di questo libro la Poetessa Mitilènea, la mediterranea esclusa Donna-Danno che lascia di tessere (di fare la “tela nera” del teatro greco della verità) e fila (fa lo spettacolo barbaro della menzogna), è la MADONNA (Elena-Neera = Eleonora) della PORTA (Opera-Giornata dell’armonia-anima-aria aperta-albaurora-rosa), la MADONNA (Luna Maria-Medusa-Saffo Trivia) della LETTERA (alfa-aurora-tempo della Lunarosa Fetusa; beta-mezzanotte-luogo della Lunabianca Lampezia; gamma-mezzogiorno-azione della Lunanera Neera), la MADONNA CONDUTTRICE (Atena Occhioazzurro) che riporta Luigi Pirandello al Caos d’Akragas (Girgenti Agrigento). Si può dire che la poetessa-lettrice agrigentina (greca) ha svelato l’armonia-anima-aria aperta-albaurora-rosa dell’OPERA-GIORNATA (croce-scala) del teatro greco all’aperto di Pirandello-Pascal, il Drammaturgo-Sole Dio-Uomo (Dioniso-Paneade = Cristo Calogero), il COLOSSO DOPPIO (Io-Poeta Dio-Libro) cantato dall’esclusa attrice-zingara Luna Medusa-Saffo Trivia, la MELA ROSSA (l’emorroissa Demetra) dimenticata (non raggiunta) dai critici-contadini-raccoglitori (gli analfabeti che si fermano alla forma e non raggiungono il contenuto): «…quale la mela dolce rosseggia sul ramo eccelso, alta sul più alto; e i raccoglitori la trascurarono, per certo non la trascurarono ma non potevano raggiungerla …» (Saffo di Lesbo). Per Giorgio Bárberi Squarotti la scrittrice siciliana ha rivoluzionato gli Studi Pirandelliani e non solo: «(Torino, 19 maggio 2003)… E spero che, di conseguenza, il Suo gran volume d’invenzione e di interpretazione pirandelliana possa concludersi trionfalmente…» (Giorgio Bárberi Squarotti, “Lettere a Mirella Salvaggio”). Marina Galati Siracusa

 

In copertina: Atene, Teatro di Dioniso (Drammaturgo-Sole Dio-Uomo Basileus Auleta Trovatore dell’armonia-anima-amore-fuoco-zolfo omerico), il Dio amato dalla Poetessa di Lesbo. «… Salve,/o Lesbo, dolce isola, salve! / Non trema de l’ardente / di Saffo fatal passione / qui l’onda consapevole?…». Luigi Pirandello, “Mal giocondo”

10,00

COD: 9788868227524 Categoria:
Anno di pubblicazione

2021

Numero pagine

48

ISBN

978-88-6822-752-4

Collana

collana

Formato

Cartaceo

Autore

Salvaggio Mirella

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Nuovi studi pirandelliani”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]