Resistere a Messina

[wc-ps]

Un libro, questo, che tenta di sottrarsi alle angustie dell’editoria accademica, perlopiù chiusa nelle gabbie specialistiche. Basti pensare che abbatte, per la prima volta nel mondo, gli steccati tra scrittura argomentativa, scrittura giornalistica e scrittura creativa, anche per rispondere a una viepiù avvertita e diffusa esigenza di leggibilità.
Vi si troveranno, espressi in forma chiara, discorsiva, i criteri basilari della didattica dell’italiano e della lingua italiana nonché gli attuali orientamenti della critica letteraria, insieme con le più recenti proposte di riforma della Scuola e dell’Università, ma anche espliciti interventi su fatti e protagonisti della politica contemporanea. Per non dire dei siparietti autobiografici o, comunque, di vita vissuta, che vivacizzano il testo.
Si apprezzeranno, anche per la loro estrema leggibilità, saggi critici illuminanti, antiimpressionistici, su scrittori italiani, antichi e moderni, ivi compresi i giovani (e i meno giovani) emergenti.

25,00
Segnaposto

Responsabilità e comunità

[wc-ps]

I saggi raccolti in questo volume sono il frutto di studi maturati nell’ambito di un Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN) su “Responsabilità e Comunità”, e per gran parte corrispondono alle relazioni presentate al Convegno Nazionale che, nel quadro delle attività di tale progetto, si è svolto nell’Università della Calabria nelle giornate del 24 e 25 settembre 2004. La nozione di responsabilità viene qui analizzata sia sotto il profilo storico, attraverso l’esame dei significati dottrinali che essa assume in differenti contesti culturali, a partire da quello antico, che sotto il profilo teorico, con ampi riferimenti a problematiche etiche e giuridiche della cultura contemporanea, sempre affrontate sotto il profilo della loro rilevanza filosofica. Curatori del volume sono il Prof. Franco Bianco, già ordinario di Storia della Filosofia nell’Università Roma Tre e il Prof. Marcello Zanatta, ordinario di Storia della Filosofia Antica nell’Università della Calabria.

25,00
Segnaposto

Reti mediterranee e tesori d’italia

[wc-ps]

Una scoperta casuale, nell’Archivio storico del Ministero degli Affari Esteri di Roma, diventa il punto di partenza di questo lavoro. Da un faldone, colmo di documenti italiani preunitari sull’Africa mediterranea, che rimanda ad altri mille faldoni l’uno all’altro accostati, si dipartono i fili della riflessione: dall’aleatorietà della ricerca, di quella storica in particolare, alla riconsiderazione delle delimitazioni di campo e delle competenze comuni tra lo storico e l’archivista, dalla consapevolezza della ricchezza straordinaria dei tesori documentari conservati nei nostri archivi alla necessità, quasi impellente, di rendere fruibili quei tesori, di renderli veri e propri patrimoni condivisi. Nasce, quindi, sulla base di queste considerazioni, il progetto di mappatura e di analisi dei fondi italiani preunitari sull’Africa mediterranea presso il MAE: una vera e propria finestra sull’altra riva del Mediterraneo. Quella riva in cui, consoli sardi, toscani e napoletani, insieme ai consoli di altri stati italiani ed europei, mentre giocano il ruolo di penetranti osservatori e di abili mediatori con l’“Altro”, costituiscono gli epicentri di altrettanti network locali e internazionali. Quella riva in cui, legandosi da una parte alle periferie dei paesi nei quali risiedono, alle autorità politiche locali, alle élites economiche, e dall’altra alle rispettive segreterie di stato per gli Affari Esteri, quegli stessi consoli producono uno dei più interessanti tesori documentari del nostro paese.

18,00

Ricette con il cuore

[wc-ps]

In questo libro originale e unico, Rosanna ci guida alla scoperta di sapori attraverso ricette che spaziano dal salato ai dolci che hanno risentito, immancabilmente, dalle numerose visite fatte in diverse città non solo per conoscerle ma per gustare sapori sempre nuovi, intriganti e gustosi. Scoprirete che in compagnia di queste ricette intrise di passione e temerarietà, potrete non soltanto godere di pasti fuori del comune, ma trovare anche la forza di far emergere e dare voce al vostro vento interiore.

Dettagli

18,00
Segnaposto

Ricordi di un medico condotto

[wc-ps]

Il testo è costituito da oltre 200 episodi che il lettore guarda, vede, sbircia attraverso la memoria, il pensiero e gli occhi dell’autore, sia nel chiuso dell’ambulatorio sia al domicilio dei/delle pazienti.
Ovviamente, a un medico condotto, istituzionalmente unico nella medicina preventiva e curativa sul territorio, capitava veramente di tutto e bisognava intervenire. Accadimenti scarni, concisi, veritieri, vissuti, sofferti e fotografati dall’autore nel secolo scorso, che vogliono ricordare l’opera umana prima e quella professionale poi, profusa da una categoria di medici, durante i centotredici anni della Condotta Medica, che non vanno dimenticati.

15,00

Ricordi e riflessioni di un vecchio medico diversamente giovane

[wc-ps]

[…] I ricordi somigliano ai reperti sparsi e disordinati rinvenuti dagli archeologi sotto strati di polvere e che bisogna poi ordinare e collocare nelle epoche giuste. Così avviene anche per i nostri ricordi ammucchiati, in disordine, nel magazzino della memoria. […] Mi accingo, tanto premesso, a raccontare alcuni dei miei ricordi di vecchio medico, non necessariamente i più importanti, convinto di poter strappare qualche sorriso e forse di stimolare qualche riflessione. (dalla Premessa)

12,00
Segnaposto

Riflessioni economiche-politiche

[wc-ps]

Messa in questa “Collana”, l’opera di Spiriti , che è stata affidata a chi come la Petrusewicz ne ha saputo dare la giusta riquadratura critica e storiografica, è un altro pezzo di una storia della cultura in cui si evidenzia un apporto, anche con aspetti di acutezza intellettuale, dato da calabresi che fuori e dentro la loro regione mostrano di volersi muovere in più ampi circuiti culturali, riuscendo a rompere le barriere opposte dalle chiusure provincialistiche dei propri luoghi.
Anche attraverso questa opera dell’illuminista cosentino, si ha l’opportunità di riflettere sui tanti preziosi contributi, di varia natura, dati dagli studiosi e intellettuali calabresi, nei vari campi della storia delle idee. Basta non leggerli con schematismi fuorvianti.

A cura di Franco Crispini
(Introduzione di Marta Petrusewicz)

16,00

Riflessioni politico – morali e attualità dei valori cristiani

[wc-ps]

La situazione in cui attualmente versa la società italiana con la caduta dei principi e dei valori ha determinato la crisi – ben visibile – di identità e di solidarietà con l’incidenza negativa anche sul terreno della politica non intesa nell’accezione migliore, come si evince dal suo etimo (polis), ma come luogo di scontri continui e di mancanza di una seria dialettica costruttiva. Ed infatti la disaffezione della gente verso le istituzioni è la conseguenza di un modo di fare politica non al servizio della comunità, ma per interessi spesso poco nobili ed in contrasto con il rispetto dei diritti individuali e sociali. Ed in questo quadro anche il legislatore finisce per essere condizionato da scelte antitetiche ai desiderata più pressanti e legittimamente sentiti da vasti settori popolari, oltre che dalla più disinteressata pubblica opinione. E nel senso di recepimento di queste indicazioni provenienti dall’esigenza di vedere riconosciuti dei sacrosanti diritti che, anche nelle aule parlamentari, ho ritenuto di dovere su temi di ordine socio-etico dispiegare il mio impegno a tutela di valori essenziali ed indispensabili dell’uomo (aborto, ora di religione, rapporto tra fedi religiose diverse, presenza della morale nella vita politica, laicità…). La realtà politica infatti è attraversata da una visione che tende a prescindere dal riferimento ai valori morali, venendo così a degradarsi, se non a snaturarsi del tutto. Ed è in questa dimensione e direzione che si evidenzia il ruolo della Istituzione Chiesa intesa a salvaguardare principi e valori universali che attengono alla persona umana quale che sia la sua collocazione: culturale, sociale e religiosa. La reazione, non di rado scomposta, del potere politico nei riguardi di una presunta ingerenza della Chiesa nella sfera “temporale” è la dimostrazione della inadeguatezza operativa di chi ha avuto un mandato rappresentativo al fine di rispettare i valori e le esigenze, anche spirituali, dei propri rappresentati. La “laicità”, principio sacro, è spesso un espediente per nascondere inadempienze e responsabilità! Ed è alla luce di tutta questa serie di problematiche e di tante altre ancora che trova ragion d’essere la presente pubblicazione.

10,00

Riflessioni preliminari su tolleranza, dissenso e attuazione della libertà religiosa

[wc-ps]

Il cammino ininterrotto dell’idea di libertà segnala l’opportunità di un lavoro sui nuovi percorsi dialettici del diritto di libertà religiosa in cui lo spazio per l’indagine scientifica sia maggiore di quello occupato dalle riflessioni di taglio pratico. Il progresso degli studi ne ha favorito la rappresentazione come diritto garantito, a livello legislativo primario, in regime di eguaglianza giuridica e lecita. Le carenze dei sistemi di attuazione stimolano la concentrazione di mezzi suppletivi di tutela che, nel ridisegnare un clima di tolleranza, non di rado animano forme inedite di dissenso religioso.

4,9910,00
ebook - cartaceo

Rileggere i Maestri

[wc-ps]

Il volume raccoglie gli atti del Convegno tenutosi a Napoli dal 14 al 16 novembre 2005 a cura della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Alle relazioni iniziali, divise per sezioni, si aggiungono alcune comunicazioni che danno la misura della vivacità del dibattito.

 

12,9925,00
ebook - cartaceo

Rileggere i Maestri 2

[wc-ps]

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Napoli è stata ed è una delle più importanti del nostro Paese. Non deve meravigliare pertanto che desideri ritrovarsi in un passato ancora recente quando i Maestri che qui si ricordano possono ancora essere onorati dai propri allievi che hanno avuto la fortuna e il privilegio di partecipare a quella tradizione.

 

12,9925,00
ebook - cartaceo

Rimarrò sempre un ragazzo

[wc-ps]

Fermare la vita che trascorre con lo spirito di chi sceglie di rimanere sempre un ragazzo sapendo, però, che la vita trascorsa, con tutto quello che l’ha accompagnata, è piena di esperienze il cui ricordo merita di essere trasmesso.
Una forma scorrevole rende semplice, piacevole e comprensibile la lettura in un insieme di ironia, fatti storici del nostro tempo, fantasia e poesia.
Un ragazzo esamina le cose con la freschezza della sua mente, con un’immaginazione, forse, ancora immacolata che viene, però, mescolata alle innumerevoli esperienze vissute.
È quello che traspare da queste pagine che si propongono ad un lettore interessato a condividere le emozioni vissute con il desiderio di raccogliere le testimonianze proposte.
Ne è risultato un insieme di realismo fantasioso, amore per la descrizione lineare, ricordi di amicizie, sentimenti e tanto rispetto per la natura.

 

 

4,9916,00
ebook - cartaceo

Rimpiazzamenti, ibridazioni e antagonismo sociale

[wc-ps]

Il focus del libro non riguarda la rivoluzione in atto (Quarta rivoluzione industriale, o anche Rivoluzione digitale), o per lo meno non affronta direttamente la questione. Eppure, uno dei risultati più interessanti dell’opera sta proprio nel fornirci alcune chiavi di lettura “strategiche” per leggere e interpretare proprio il cambiamento odierno. Chiavi di lettura alle quali l’autore perviene dopo una attenta e approfondita ricognizione e spiegazione del pensiero storico-sociologico di alcuni noti e meno noti teorici delle Scienze sociali, comprese le Scienze storiche. Pinello offre interessanti e originali punti teorici di confronto e di intersezione, riempiendo via via la sua costruzione teorico-concettuale in modo convincente e sempre grazie ad una sottile e particolareggiata argomentazione. Concetti come quelli di ibridazione, di rimpiazzamento, di antagonismo ci aiutano a focalizzare sempre più specificamente fenomeni di statica e di dinamica sociale altrimenti difficili da isolare con i tradizionali strumenti interpretativi della teoria sociologica. Questo volume costituisce un viaggio davvero ambizioso che l’autore effettua nel pensiero storico-sociologico di alcuni tra i più rilevanti protagonisti delle Scienze sociali in tema di mutamento, crisi e trasformazione, aggiungendovi delle originali argomentazioni e ipotesi personali che possono senz’altro costituire la base di successivi sviluppi teorici e di ricerca. (dalla Presentazione di Andrea Millefiorini)

20,00
Segnaposto

Riprendiamoci la pedagogia

[wc-ps]

Esiste un filo critico, etico, pedagogico e scientifico che lega, in senso neuro-pedagogico ed antropoevolutivo, il pensiero di grandi medici, pedagogisti e scienziati del passato, in particolare quello di J. Itard. E. Seguin, J. Dewey, I.P. Pavolv, A. Sullivan (con Helen Keller), M. Montessori, J. Korczak, L.S. Vygotskij, e il pensiero pedagogico e scientifico più recente di pedagogisti, filosofi e neuroscienziati quali G. Doman, C. Delacato, A. Damasio, Jan Hunter, A. de La Garanderie, A. Bernardoni, G.F. Honegger, J.M. Masson, M. Onfray, F. Furedi, O. Sacks, S. Rose, G. Rizzolatti, passando per la passione educativo-pedagogica e sociale di J. Korczak, C. Freinet, L. Milani, G. Rodari, M. Lodi, A. Manzi e P. Freire… È “un nuovo sguardo all’umano” di una nuova scienza della personalità che si lascia alle spalle psicologia, psichiatria e psicoanalisi per abbracciare il nuovo e più vasto orizzonte morale della coscienza di specie.

Attualità e futuro della “Pedagogia scientifica antropologica” di Maria Montessori.
“La pedagogia scientifica” dell’infanzia, che Maria Montessori definì e praticò come “Metodo del bambino” e che l’indotto editoriale ha ufficializzato, a fini commerciali, come “Metodo Montessori”, è tuttora una nuovissima scienza per chi, come lei, si schiera “dalla parte dei bambini” e di “un’educazione per un mondo nuovo”.

Attualità e futuro della “Disalienistica antropoevolutiva” di Antonietta Bernardoni.
“La Disalienistica antropoevolutiva costituisce la sintesi di una ricerca quasi quarantennale tuttora in corso (1987) basata da un lato sulla constatazione – nei fatti – della plasticità dell’encefalo e dall’altro su di una trasformazione concreta di situazioni concrete mediante l’instaurazione di gruppi di reciproco aiuto per la formazione della personalità attraverso il coinvolgimento di tutti.”

 

15,00
Segnaposto

Rìsi e cchjànti

[wc-ps]

[…] Borelli, in queste poesie leggiadre, compie un’azione di trasformazione del sentire più profondo, in parola poetica, immergendosi nell’antica lingua dei padri, utilizzandone la musicalità – che ha risonanze antichissime – e le essenze, i significati, ricchi, anzi ricchissimi, di mille pieghe e sfaccettature umane e culturali. E riesce a farlo in modo armonico, fluido, senza mai inficiare la scorrevolezza e l’eleganza del verso.
Inoltre, in tutti i testi, la parola di Giovannino Borelli, che è parola arcana perché discesa dai padri, ma al contempo chiara ed incisiva, fino ad espandersi ed arrivare al cuore del lettore, è stata capace di assorbire stimoli e motivazioni legati ad un mondo circoscritto, ma volto all’universale. […]

Dalla Prefazione

6,9912,00
ebook - cartaceo
Segnaposto

Risolvi ogni sudoku

[wc-ps]

Pubblicato nel mese di marzo 2010, Los elke sudoku op – questo il titolo originale dell’opera – raggiunge in pochi mesi la prima posizione tra tutti i libri della categoria “Sudoku” in vendita su www.bol.com, il corrispondente olandese dell’americano www.amazon.com, grazie anche a una recensione più che positiva su De Telegraaf, il più importante quotidiano olandese con più di 3 milioni di lettori. Il successo e la validità del libro sono suggeriti non solo da grandi numeri, ma dalle migliaia di e-mails (non richieste) con le quali i lettori testimoniano tutto il loro entusiasmo per i risultati raggiunti, essendo in grado di risolvere sudoku con molte stelle! Anche la “Denksport”, la più grande organizzazione responsabile del mercato di riviste di enigmistica nei Paesi Bassi e in altre nazioni (ad esempio la Francia), nei prossimi mesi dedicherà spazio al libro nella newsletter mensile. L’edizione inglese è già in commercio, mentre quella tedesca è ormai in fase di stampa. A esse seguiranno altre edizioni in svedese, ungherese e finlandese, essendo molti gli appassionati di sudoku interessati alla traduzione e divulgazione del libro. Esistono in commercio molti libri, alcuni scritti anni fa, che, tuttavia, non forniscono buone e adeguate soluzioni. Risolvi ogni sudoku, invece, è uno dei pochi, se non l’unico libro che migliora veramente le abilità dei lettori. Il sudoku è diventato un passatempo popolarissimo, ormai alla pari delle parole crociate e dei crittogrammi. È facile incontrare persone intente a risolvere sudoku ovunque: nelle sale d’attesa delle stazioni come in aereo o in spiaggia. Si può dunque ben dire che il Sudoku è ormai il gioco del XXI secolo. Mentre le parole crociate richiedono una ricchezza lessicale, per risolvere un sudoku non serve altro che una gran varietà di tecniche risolutive. Questo libro presenta una serie di tecniche che aiuteranno il lettore a risolvere ogni tipologia di sudoku. A condurlo per mano, passo dopo passo, una gran varietà di esempi ed esercizi, che gli consentiranno di acquisire la confidenza e l’esperienza necessarie per affrontare anche i sudoku più difficili su giornali, riviste, o sul web. Esclusivo è il metodo della coppia numerica, alla base di tutti i passi nel processo di risoluzione; tale metodo, rispetto ai suggerimenti trovati in altri libri, evita una gran perdita di tempo e rende il processo più facile, ma, soprattutto, più efficace. Del tutto originale è l’alternativa per la soluzione di sudoku estremi, presentata alla fine del libro. Il divertimento non diminuirà se si conoscono più tecniche, ma il piacere che si prova nel poter dire: “sì! Ne ho risolto un altro difficilissimo” sarà molto più intenso. Vale la pena sottolineare anche il lato didattico, in quanto questi giochi allenano la mente e aiutano i più giovani a sviluppare le abilità di matematica laterale. Vi consigliamo di procedere nei diversi metodi passo dopo passo e, una volta giunti al passo 7 comprate una rivista per testare le abilità acquisite! Anche per il sudoku vale il detto “la pratica rende perfetti”.

12,00
Segnaposto

Risorgimento e mafia in Sicilia: i mafiusi della vicaria di Palermo

[wc-ps]

Il persistere della mafia è un rischio mortale per la democrazia. Perché i comportamenti antimafia siano però razionalmente efficaci nel loro impatto con la complessità della società civile contemporanea non basta mettere a nudo le logiche contrapposte che guidano le mafie contro la democrazia e i suoi valori; occorre anche una conoscenza adeguata dei processi storici che hanno prodotto le mafie fissandone i tratti concreti salienti e la proiezione mitica nell’immaginario collettivo. I mafiusi di la Vicaria di Giuseppe Rizzotto, qui riproposto, è un testo che si rivela una vera e propria cartina di tornasole per capire le radici storiche del fenomeno mafioso, i suoi legami con valori popolari diffusi, il conflitto tra sentimenti non abietti e tendenze alla prevaricazione criminale presenti tra gli affiliati, l’ambiguità e la polivalenza di un messaggio sul quale la mafia avrebbe cinicamente ed astutamente costruito le proprie durature fortune.

9,30

Rispondimi, bellezza

[wc-ps]

Ora dunque appare gigantesca, quasi imbattibile l’onda dell’astrazione. Per essa vige il puro valore del numero, come se cioè “molto” fosse anche “molto bello, o valoroso, o intelligente”. Logica puramente finanziario-economica del mondo. Ci vogliono figli di N.N., del numero e del narcisismo, ovvero il culto dell’immagine di sé, culmine dell’io come monade, culmine di astrazione. Eppure, vive agile e forte nel moderno e nelle sue propaggini anche una idea, una visione di arte che – parimenti a ogni fenomeno storico – ha radici precise, nel crinale tra Oriente e Occidente in cui si formano le estetiche greca ed europea: arte come ritmica e drammatica composizione di misure. Tale composizione, per quanto diramata in forme e stili infiniti, contrastanti, slabbrati, spregiudicati, visionari, tremendi, esprime quel che Ungaretti chiamava “sentiment de l’infini” (dall’Introduzione).

16,00

Risveglio dal buio

[wc-ps]

… La madre si alza da letto, attraversa il corridoio, apre la porta della stanza del figlio.
La stanza è vuota. Il figlio non c’è. Lavora a Londra. La casa è vuota.
La protagonista tenta di superare “il limite” di una morte, priva di senso come tutte le morti, per restituire il valore di un “senso” alla propria vita.
Con l’immediatezza dello schizzo preparatorio, del “no finito”, del “provvisorio”, la storia prende la “sua” forma dentro il “cuore della mente” del lettore…

dalla Prefazione di
Gabriele Lavia

8,9916,00
ebook - cartaceo

Ritessere trame

[wc-ps]

La cultura organizzativa (declinabile anche al plurale) per la sua natura elusiva potrebbe essere descritta come una sorta di araba fenice (“che vi sia, ciascun lo dice; dove sia, nessun lo sa”) che può essere studiata, descritta e analizzata solo by proxy attraverso lo studio degli artefatti che produce. Gli studiosi (tra gli altri Rice, Johnson e Schein) hanno concettualizzato la cultura organizzativa come l’insieme delle tecniche, dei meccanismi, delle tradizioni e degli assunti di base che i gruppi hanno inventato, scoperto e progettato per apprendere e concordare come lavorare insieme. Questo può essere riassunto come la complessa struttura sociale che regola le relazioni interne ed esterne tra i membri e tra loro e i processi organizzativi (siano essi tecnologici o metodologici) per eseguire quei compiti e quelle attività che garantiscono l’efficacia operativa e la sopravvivenza dell’organizzazione nei suoi ambienti e contesti. Questo volume intende esplorare, attraverso “racconti” di prima mano, come consulenti interni ed esterni, leader e manager organizzativi, nonché fruitori di servizi, “lavorano” con la cultura organizzativa anche per promuovere processi di cambiamento. La definizione di cambiamento organizzativo è qui data come “ogni consapevole intervento che aiuta sistemi sociali e umani a identificare, affrontare e risolvere questioni che impediscono loro di eseguire efficacemente i loro compiti”. Il focus del volume è “come fai e hai fatto?” piuttosto che “cos’è?”.

18,00