Libri

Volando con Pindaro

[wc-ps]

«L’intraprendenza, passione, lo stretto legame dei giovani con l’elettronica d’oggi: computer, telefonini, pone in disagio gli attori di un mondo più antico, romanticamente “vecchio”. Retrocedo a scolaro per cimentarmi con le nuove lettere dell’alfabeto moderno. Mi trovo perplesso di fronte ad una lavagna a me ignota, luminosa, munita di tasti, frecce, che registra whatsapp , voci, messaggi. Ti avvia ad un mare, ove, nocchiero, puoi navigare. Lo dicono “internet”. Offre gli approdi negli angoli più remoti del globo. Mi impegno a capire, analfabeta moderno, per imparare almeno a firmare! “Suonato”, come pugile seduto nell’angolo, mi rialzo, pronto a sprigionare ogni mia forza acquisita, concentrata su fogli sbiaditi dal tempo: appunti di storia, filosofia, fisica, storia dell’arte, le più recenti nozioni di anatomia, del Taoismo cinese: ricordi consumati negli stanzoni di un classicismo scolastico, universitario, autonomo, echi di voci auliche di docenti autorevoli, passati alla storia. Quanta polvere negli anfratti di un cervello invecchiato! Svolazzando come farfalla, mi poso su ognuno, commosso, li leggo, li esprimo su fogli più bianchi in toni, considerazioni, ironia dell’uomo nella tarda maturità, li offro alla critica, al giudizio degli altri. Nel risveglio di un sogno esprimo il mio futuro, la mia ricchezza, la mia applicazione. In fondo, danzando sul ring, restituisco i colpi nel mio linguaggio usuale.» (Dall’Introduzione)

Dettagli

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Amara verità

[wc-ps]

(Dalla Prefazione di Sebastiano Andò)

Accolgo con piacere e sincera ammirazione la presente opera di Carlo Guccione, eccellente vademecum per comprendere “il pianeta della sanità” calabrese nelle sue carenze e drammatiche criticità strutturali accentuate dalle recenti fasi dell’emergenza pandemica. Una analisi lucida delle responsabilità colpose accumulate nel corso dei dodici anni di fallimentare gestione commissariale di questo settore.Il volume ha il merito di ricostruire, attraverso un esame accurato del notevole materiale documentale raccolto, il nesso esistente tra inadempienze normative, scelte abusive, diseconomie gestionali, e il percorso di una progressiva alienazione espoliativa dell’intera sanità calabrese reso ancora più drammatico durante la lunga gestione commissariale…

Dettagli

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Werner Herzog

[wc-ps]

«Ci servono immagini che siano conformi alla nostra civiltà e ai nostri condizionamenti più intimi. Dobbiamo scavare come archeologi ed esplorare i nostri paesaggi violati in cerca di qualcosa di nuovo». È questa frase di Werner Herzog uno dei punti di partenza del percorso del volume. Un percorso che riattraversa il cinema del regista tedesco come ricerca incessante di immagini nuove, che attingono però la loro potenza dal passato, che sono spesso nascoste, invisibili, che necessitano di un lavoro di scavo per venire alla luce. Immagini di per sé anacronistiche. È qui che il cinema herzoghiano incontra il pensiero di Aby Warburg e la sua straordinaria teoria delle immagini.

I concetti di Warburg – come quello di Orientamento, Polarità, Sopravvivenza, Intervallo – si rivelano allora potenti forme del cinema se rivisti a partire dalle immagini di Herzog. Le immagini in cammino, secondo un’idea di montaggio aperta a salti e nuove connessioni; le immagini danzanti, ipnotiche e capaci di evocare tempi diversi; le immagini che si elevano, che fanno del volo, dell’estasi (come anche della caduta e della catastrofe), il loro destino.

I vulcani de La Soufrière o di Dentro l’inferno, i fiumi di Aguirre o di Fizcarraldo, le montagne di Grido di pietra o Cuore di vetro, i corpi eccedenti e folli di tanti film herzoghiani diventano allora alcune delle forme con cui il cinema svela la sua potenza anacronistica, che lo rende ancora una volta un’arte contemporanea.

Dettagli

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

LEX RATIONIS ORDINATIO

[wc-ps]

Tre volumi indivisibili a cura di Maria d’Arienzo, Vincenzo Buonomo e Olivier Échappé.

Autori Vari

 

Dettagli

150,00 105,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Tre colpi al cuore

[wc-ps]

Nell’azione politica di Sandro Principe, nel corso di sette lustri di impegno nelle istituzioni, si colgono delle costanti, delle idee forti che sempre affiorano nello svolgimento dei vari ruoli ricoperti, nell’azione dell’uomo di governo, dell’amministratore regionale e del sindaco, in aggiunta alle tematiche relative alla programmazione territoriale, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, sempre presenti nelle visioni e nelle azioni concrete di Sandro.

In primo luogo, la forte determinazione a svolgere azioni per rafforzare la giustizia sociale a favore dei più deboli. Questo ideale si rintraccia nell’impegno del sottosegretario che risolve tante vertenze di lavoro, che favorisce provvedimenti per ottenere sgravi fiscali e contributivi per le imprese del Mezzogiorno al fine di renderle competitive aumentando anche gli organici, che sperimenta per primo in Europa istituti come i contratti di solidarietà, grazie ai quali durante le crisi tanti dipendenti non hanno perso il posto di lavoro. Ed ancora, nel lavoro dell’assessore regionale alla Istruzione, all’Università, alla Ricerca e all’Innovazione tecnologica che si impegna per potenziare la formazione dei giovani calabresi e che si batte affinché il mondo della ricerca e dell’impresa camminino a braccetto, per rendere le aziende, attraverso l’innovazione di processo e di prodotto, più competitive e, quindi, capaci di creare nuovi posti di lavoro. E che, a tal fine, si rende promotore della realizzazione di due distretti tecnologici, della logistica e della trasformazione a Gioia Tauro, dei beni culturali a Crotone.

Quest’impegno per il mondo del lavoro e per i giovani, per la formazione e per la ricerca si ritrova nell’azione del Sindaco che costruisce decine e decine di istituti scolastici, che lavora perché le aziende del territorio utilizzino la ricerca prodotta dall’Unical, e che progetta la realizzazione di una moderna area industriale che, nel tempo, diventerà la più grande della Calabria con più di 400 aziende.

Altra costante nell’azione di Principe, è rappresentata dal suo impegno per la cultura, per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali…

Claudio Signorile

(continua) 

Dettagli

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Lo sciamano e la curandera

[wc-ps]

Ci fu un tempo
in cui tutti i ricordi
non bastarono.
Allora giunse la memoria.
Ed è così che
lo sciamano e la curandera
si misero a raccontare…

Dettagli

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Il viaggio

[wc-ps]

Il Viaggio è un diario postumo, scritto di getto, nei primi giorni di Settembre del 1996.
E’ il racconto di un percorso iniziato da tempo e conclusosi a bordo di una golf bianca con la quale stava iniziando un altro viaggio, completamente diverso.
E’ il cammino interiore di un trentenne e dei suoi amici, in un Paese della provincia cosentina, al tempo in cui non erano ancora uomini, ma non più ragazzi.
Il Viaggio è un percorso intriso di passioni, di ricordi innocenti, inconsapevoli prese di coscienza, di una inattesa e tardiva maturità.
Il Viaggio è la ricerca di una speranza leggera, il raggiungimento di un fugace senso di felicità.
Il Viaggio è un incamminarsi verso, senza meta, alla ricerca di una domanda più che mille risposte, di un punto di partenza piuttosto che di un inutile e scontato arrivo.
E voi, siete pronti a cercarvi?

Dettagli

13,00 9,10
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

La bonifica dei siti contaminati: note esplicative

[wc-ps]

Il volume analizza la problematica delle bonifiche. Come è noto tale questione rimane purtroppo sempre attuale, nonostante il legislatore abbia stabilito una disciplina organica contenuta nel dLgs 152 del 2006. Nel lavoro si cerca di esplicitare il contesto e la portata normativa delle attività e procedure in materia di bonifiche, nella consapevolezza di trovarsi innanzi ad un sistema di regole, al tempo giuridiche e tecniche, che devono armonizzarsi e sistematizzarsi per una efficace applicazione.

Volume in PDF

8,00 5,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Fata Morgana 46

[wc-ps]

Il numero 46 di “Fata Morgana” è dedicato al tema del Biografico. Il numero si apre con una conversazione con la regista Susanna Nicchiarelli, a cura di Roberto De Gaetano. La recente proliferazione di opere di carattere biografico ha mostrato come raccontare la vita sia un’esigenza trasversale alle culture e alle forme di espressione, cinema e letteratura su tutte. Questo numero ne dà conto declinando il tema attraverso prospettive, autori e cinematografie diverse: dal cinema italiano contemporaneo ai biopic musicali americani alla fotografia a un film come American Sniper di Clint Eastwood.

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Ricette con il cuore

[wc-ps]

In questo libro originale e unico, Rosanna ci guida alla scoperta di sapori attraverso ricette che spaziano dal salato ai dolci che hanno risentito, immancabilmente, dalle numerose visite fatte in diverse città non solo per conoscerle ma per gustare sapori sempre nuovi, intriganti e gustosi. Scoprirete che in compagnia di queste ricette intrise di passione e temerarietà, potrete non soltanto godere di pasti fuori del comune, ma trovare anche la forza di far emergere e dare voce al vostro vento interiore.

Dettagli

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Apertura alla francese

[wc-ps]

Seduto davanti allo specchio nel camerino, dietro le quinte del teatro “Saffo” di Madrid, nell’attesa di entrare in scena per l’ultima volta, Zacharie Levy si rivolge ad un pubblico immaginario e racconta la sua vita. Nato nel 1950 in una prestigiosa e ricca famiglia di ebrei francesi, proprietari di un marchio legato al mondo della houte couture, Zacharie trascorre i primi anni della sua vita alla ricerca di un equilibrio tra i vecchi e i nuovi modelli della società parigina del dopoguerra. Quando, appena maggiorenne, la sua strada s’incrocia con quella di un mistico, che lo inizia alle letture esoteriche della Cabala e allo studio comparativo delle religioni, la sua vita prende una piega sorprendente che lo porta da una parte all’altra del mondo, da Gerusalemme a New York e ancora altrove. Apertura alla francese è un romanzo introspettivo, cinico, disincantato, ricco di colpi di scena, con un finale inatteso e commovente.

Dettagli

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Agorà

[wc-ps]

“Ecomafie, agromafie, travelmafie, digitomafie, healtmafie, bancomafie: non c’è un settore in cui le organizzazioni criminali non producono, scambiamo, investono, esportano con fatturati di centinaia di miliardi che vengono in parte reimmessi nel circuito economico finanziario, una volta ripuliti da istituti bancari e paesi compiacenti o solo disinteressati dell’origine di quelle risorse o dell’identità di coloro che ne sono più o meno i fiduciari”.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Leader al contrario

[wc-ps]

 

Conversazione con FRANCESCO KOSTNER

(con Prefazione di PierPaolo Bombardieri e con Postfazione di Giorgio Benvenuto)

Un’originale e appassionata intervista attraverso la quale Roberto Castagna, storico dirigente della UIL calabrese, offre un contributo non scontato alla conoscenza dei problemi del Mezzogiorno e della Calabria. Il tutto, sullo sfondo di un contesto familiare ricco di umanità e dì valori etici, sulle cui fondamenta Castagna ha edificato il suo lungo impegno sindacale. Un “faccia a faccia” senza veli dal quale emerge una coraggiosa autocritica, ma anche la forte denuncia dei limiti culturali e progettuali di una classe politica spesso inadeguata, responsabile di aver vanificato occasioni e opportunità in grado di invertire il trend negativo della parte più debole del Paese. Una testimonianza che per i suoi contenuti è destinata a caratterizzare il dibattito all’interno del sindacato e tra le forze politiche, chiamate oggi, ancor più che in passato, ad un responsabile e illuminato protagonismo.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Storie oltre frontiera

[wc-ps]

Le interviste qui contenute, fatte tra febbraio e giugno 2021 (durante il dilagare del COVID-19) ad italiani emigrati in Svizzera, costituiscono, assieme alla testimonianza dell’autore del libro, storie di persone di diversa età, delle quali alcune, in quel Paese, sono riuscite ad affermarsi, altre, invece, ritengono di non aver raggiunto lo scopo desiderato e, quindi, sono ancora alla ricerca della strada giusta da seguire. Si tratta di un lavoro interessante, che non solo pone in risalto certi aspetti del fenomeno migratorio italiano in terra elvetica e fa comprendere determinate peculiarità sia della Svizzera che dell’Italia, ma evidenzia lati storici, geografici, culturali, politici, giuridici, economici e sociali di entrambe queste nazioni.

7,9916,00
5,5911,20
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

IUBRIS

[wc-ps]

Il termine greco hýbris, letteralmente pronunciato iubris, indica un tema ricorrente della narrazione tragica, che assurge a molteplici significati sintetizzabili nel sentimento di orgogliosa tracotanza di colui che si spinge a considerarsi superiore alle leggi di Dio e degli uomini. Tale altezzosa arroganza è il filo conduttore che connette tra loro le vicende di don Pepé, uomo rozzo e borioso ma maestro nel tessere la ragnatela della politica locale del piccolo borgo di cui è sindaco ma allo stesso tempo signorotto. La pungente e spregiudicata ironia del giornalista, nelle vesti di primiparo romanziere, regala uno spaccato caratteristico della realtà urbana dei piccoli comuni della seconda metà del ‘900, nei quali prese forma quello che ad oggi è diventato un topos politico: il “cerchio magico” non è un’invenzione della nuova repubblica, bensì un lascito ereditario delle logiche di controllo e gestione dei piccoli centri in cui le tre figure rappresentative del potere locale, sindaco, parroco e medico condotto, regnavano spesso in reciproco conflitto ma incontrastati, disponendo a piacimento della vita dei cittadini nella logica dello spadroneggiare inconsulto caratteristica dei latifondi mai veramente svincolati. Un amaro ritratto della nostra realtà di ieri, doveroso ed essenziale per comprendere l’identità dell’oggi.

14,00 9,80
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

ITALIA Regione contesa

[wc-ps]

“Ecomafie, agromafie, travelmafie, digitomafie, healtmafie, bancomafie: non c’è un settore in cui le organizzazioni criminali non producono, scambiamo, investono, esportano con fatturati di centinaia di miliardi che vengono in parte reimmessi nel circuito economico finanziario, una volta ripuliti da istituti bancari e paesi compiacenti o solo disinteressati dell’origine di quelle risorse o dell’identità di coloro che ne sono più o meno i fiduciari”.

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Nuovi studi pirandelliani 13

[wc-ps]

L’agrigentina (greca) Mirella Salvaggio in questo testo presenta il MITO-DIO-CRISTO-SANSCRITO-CRITONE (del Taumaturgo Sole Oreste-Calogero Castore-Socrate Crise-Cristo Anér, “Il capretto nero” della Valle dei Templi), il LOGOS-VANGELO-VITANGELO-ANGELO CENTUNO GELLIA (il dialogo-duello da leggere (con la ciclopica mente-occhio) nell’ideogramma geroglifico delle due idee-giornate-bacchette-braccia incrociate), il DRAMMA-GIORNO-DIO (idea-sogno-pensiero finzione-sfinge-fantasma-fantoccio sipario-canovaccio-intreccio-incrocio) UNO (il sepolto Nome-Figlio Pandoro-Toro-Bove-Giove-Zeus Atabirio-Olimpio Candido-Lindo-Falaride Acrone del presente) e TRINO (del vivo Spirito-Personaggio Ecnomo (fuorilegge) del futuro del morto Poeta-Padre Crono del passato): la LETTERA GIORNATA UNA (croce) e TRINACRIA-TRIMURTI (rábdos): la PORTA CHIUSA (il Mito-Grande Me Epimeto-Metone-Metello, l’ammannato-macaduro Gigante, il Figlio Acrone sepolto nella Val d’Akragas) e la PORTA APERTA (dal pugno forte dello Spirito-Personaggio sveglio dello stanco morto sudato Taumaturgo-Sole Prometeo, il Padre Crono Auleta Trovatore dell’armonia-pietra-giaca-rocca del Caos-Cosmo-Pan d’Akragas) dell’ARMONIA-ANIMA-ARIA APERTA: la TRAGEDIA-PSICHE-PASSIONE-FUOCO (anima-amor-Roma Karma-muraglia manna-mano firma-legge), la TROVATURA (taurocolla), il TESORO (segreto mistero), l’ORO (zero tao-tau croce-chiodo-cuneo-chiave corona-fede-nodo Legge-Nomos dello Spirito Fedone-Fedro-Foco-Feace-Fenice, il Rosario-Romano dell’Albaurora-rosa Itaca-Pitica-Picàta-catastrofe) del VELLO (tela-croce d’armonia-pugna di cento Numeni-Numi-Lumi Spiriti -Venti Antenati Argonauti Legislatori Giganti Centimani) portato da LUIGI PIRANDELLO, il POETA-IO UNO-I (del Gigante Cipresso della Val d’Akragas) NESSUNO-O (del Gigante Pino del Caos d’Akragas): «Ebbene, fu qua che i due giganti m’apparvero, una notte di quest’inverno. Qua, nel punto del muro propriamente ove quel pino sorge come un grande O accanto a quel cipresso dritto come una grande I, che alti la notte nel cielo stellato possono, oh beati!, scrivere un IO in due…» (Luigi Pirandello, “I due giganti”). Ci piace ricordare che la scrittrice siciliana è letta nelle biblioteche italiane: «(Bari, 10 aprile 2010)… grazie per l’invio della Sua Opera, che metteremo al più presto a disposizione dei nostri lettori, quasi tutti docenti o studenti presso l’Istituto «S. Fara» della Facoltà Teologica Pugliese. La modernità e la verità della lettura pirandelliana della storia potrà far riflettere ancora oggi quanti si pongono le ineluttabili domande di senso, afferenti alla grande domanda di Dio e su Dio…» (Pier Giorgio Taneburgo, “Lettera a Mirella Salvaggio”). Alla Poetessa Salvaggio auguriamo di presentare, un giorno, il Suo “Pirandello-Puranghellos (Spirito-Personaggio Messaggero dell’Amore-Fuoco-Zolfo Omerico)” all’Accademia di Atene, dov’è molto apprezzata. Caterina D’Alcàntara

10,00 7,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Democrazia per il XXI secolo

[wc-ps]

Come hanno risposto i media alle mutazioni dei regimi democratici in corso ormai da qualche decennio? Hanno contribuito a quei cambiamenti o ne sono stati vittime? La presenza dei digital media ha agevolato la transizione nei paesi a democrazia non ancora consolidata o, invece, è servita ai governanti per rafforzare il potere di controllo sulla cittadinanza? E come hanno influito i rapporti tra media, politica e opinione pubblica su rappresentanza e partecipazione? Il volume offre una riflessione a partire da queste domande, ripercorrendo le teorie degli autori che hanno fatto scuola negli studi sulla democrazia, la comunicazione e l’opinione pubblica, con un occhio ai report internazionali più recenti, come “The crisis of social media” (Freedom House, 2019) e “Exporting digital authoritarianism: the Russian and Chinese models” (Foreign Policy, 2019), tradotti dall’autrice. Al centro dello studio restano i nuovi fenomeni di digitalizzazione, che sembrano ormai permeare ogni strato della sfera pubblica, a qualunque latitudine.

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Ifigenia è tornata

[wc-ps]

Le sei protagoniste di questi racconti sono tutte donne accomunate da un vissuto difficile che, progressivamente, sfocia e si cristallizza in sofferenza.
Il filo invisibile che lega tutte loro è il vuoto che caratterizza le loro vite, quello che è prodotto dalle mancanze, dalle debolezze, dalle ossessioni. Il dolore, acuto e pervasivo, che si accompagna a delusione e disagio, le porta a scelte estreme e a compiere azioni orribili.
Eppure risulta difficile odiare e condannare senza appello queste donne dopo avere condiviso con loro la sofferenza, il passato doloroso, i pensieri laceranti, la percezione falsa e deformata del presente.
Ciò che viene condannato non è semplicemente l’epilogo, ma gli eventi che lo hanno determinato. Resta il dramma personale di ognuna, il viaggio che ciascuna ha percorso e che ha trasformato la vittima in carnefice.
Storie di follia, di solitudine, di ingiustizie subite e fiducia tradita.
Ifigenia, la giovane figlia di Agamennone sacrificata agli Dei, diventa l’emblema della donna che accetta con sottomissione il dolore, la sofferenza e la morte.
Le protagoniste di questi brevi racconti sono le “anti Ifigenia”. Sono loro a dare la morte ma, insieme alle loro vittime, sacrificano la parte migliore di loro stesse.

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

MANDATORICCIO. IL FEUDO DELL’ARSO E LA TORRE STELLATA

[wc-ps]

[…] Mi auguro che la fusione tra le tracce del passato e quelle del presente, ci aiutino a imparare ed intraprendere la giusta via, per il futuro. Ammiro ancora di più questa pubblicazione perché riguarda la storia della mia famiglia, e sono sicura che mi darà la possibilità di conoscere più a fondo i miei antenati, sul chi fossero e cosa hanno fatto per realizzare ciò che c’è oggi, una maestosa torre di vedetta a forma di stella, che rappresenta i 4 punti cardinali; ed è proprio lì che è iniziato il progetto di Fiuminarso che è stato possibile grazie a un gruppo di ragazzi, che hanno creduto, in piena pandemia, nella speranza di creare il proprio futuro; magari tornare a ripopolare i propri paesi del Sud, a malincuore lasciati per cercare altro, una stabilità, un posto fisso. L’opportunità di fermarsi e pensare, di non poter andare da nessuna parte se non con la mente, ha fatto sì che venisse alla luce un qualcosa di magico, la condivisione del tempo. Immaginate dieci ragazzi che si trasferiscono nello stesso luogo, un luogo dimenticato da anni con nessuna pretesa se non quella di farci da palcoscenico. Finalmente eravamo noi che sceglievamo per noi stessi. Non volevamo andare da nessuna parte, e non volevamo niente, solo Mandatoriccio vivere in quelle pareti di pietra che trasudano di storia. Pennelli, colori e qualche chiodo sparso, quello che basta per segnare il nostro passaggio lì, al Castello dell’Arso, dove tutto ha avuto inizio. […]
Dalla Nota di Saluto di Giulia Marilena Stef MASCARO

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello