Libri

La notte degli incendi

[wc-ps]

Questo mio libro è un libro di nostalgie e di ricordi. Ma alcun rimpianto è dovuto. Le parole scivolano tra i ritagli dei giorni e le ombre che si fanno insistenti. Il tempo che passa è come se non conoscesse l’orologio. Ma la realtà si inebria nella miseria degli uomini. Siamo immersi in una realtà che confonde.

Ho attraversato i fiumi della coerenza, ma ciò che premia è l’incoerenza, il sapersi accordare sulle comodità, il dovere di dire sì. Ma molti degli intellettuali che schiamazzano in questo paesaggio di nebbie sembrano marziani. Rispondono

senza alcuna negligenza alla chiamata del principe o dei principi. È stato sempre così. Perché negarlo? Perché meravigliarsi ancora? Perché scandalizzarsi? Ci vuole coraggio.

Gli intellettuali a corte? Ma io respiro una notte di incendi e la vivo nella mia quotidianità.

14,00 9,80
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Così come sono

[wc-ps]

Una vastità di stati d’animo e sentimenti, gioie, soddisfazioni, delusioni, dolori, rimorsi che, ad un certo punto, senza un motivo apparente, una causa ben individuabile, risalgono in superficie esplodendo, come pomici e lapilli di un vulcano in eruzione. E c’è, conseguenza di questa magmatica congiunzione, una sorta di livello comunicativo, che supera i due approcci. Una magica relazione d’intenti che ad un certo punto si mette in moto. Dando voce, in qualche modo, ad una trionfale dichiarazione d’intenti.

Ho sempre pensato a mio figlio come a un fiore delicato che bisogna amare, proteggere e curare ed è quello che farò finché avrò respiro. Ma so che non basta. Un fiore, per quanto tenace, difficilmente potrà sopravvivere da solo. Il vento lo sferzerà fino a disperderne i petali, il caldo lo seccherà e il freddo della notte lo brucerà, le erbacce infine lo soffocheranno. Se invece crescerà circondato da altri fiori diversi per forma e colore, la sua bellezza e il suo profumo verranno esaltati dalla loro presenza. Non solo, gli amici fiori formeranno una barriera attorno a lui, impedendo alle erbacce e alle intemperie di farlo appassire. Ecco il perché di questo libro: stimolare tutti coloro che come me hanno a cuore il futuro di questi ‘bambini speciali’ perché fiorisca attorno a loro un’aiuola di solidarietà che li aiuti ad affrontare le difficili sfide della vita. 

Luigi Lupo

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Fata Morgana 47

[wc-ps]

Il numero 47 di “Fata Morgana” è dedicato al tema “Voce”. Il numero si apre con una conversazione, a cura di Alma Mileto, con la grande poetessa Mariangela Gualtieri. Se nel nostro presente ad essere preponderante è un “visuale” che stordisce lo spettatore fino a prosciugarne attenzione e prestazioni intellettuali, la voce ricostruisce e preserva una dimensione dell’“indicibile” e dell’“immaginabile” grazie alla sua disintegrazione del corpo e alla sua ricerca continua di un’ulteriore “alterità” da innestare nella narrazione.

All’interno del volume si trovano saggi che declinano il tema in rapporto ad autori e film importanti dalla classicità alla modernità fino alla contemporaneità: da Playtime di Tati a La rabbia di Pasolini, da Il sogno della farfalla di Bellocchio a Kill Bill di Tarantino al cinema di Alice Rohrwacher, Chantal Arkeman e Agnès Varda. 

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Fai come me e sarai felice

[wc-ps]

Con prefazione di Paola Severini Melograni

Ho sempre pensato a mio figlio come a un fiore delicato che bisogna amare, proteggere e curare ed è quello che farò finché avrò respiro. Ma so che non basta. Un fiore, per quanto tenace, difficilmente potrà sopravvivere da solo. Il vento lo sferzerà fino a disperderne i petali, il caldo lo seccherà e il freddo della notte lo brucerà, le erbacce infine lo soffocheranno. Se invece crescerà circondato da altri fiori diversi per forma e colore, la sua bellezza e il suo profumo verranno esaltati dalla loro presenza. Non solo, gli amici fiori formeranno una barriera attorno a lui, impedendo alle erbacce e alle intemperie di farlo appassire. Ecco il perché di questo libro: stimolare tutti coloro che come me hanno a cuore il futuro di questi ‘bambini speciali’ perché fiorisca attorno a loro un’aiuola di solidarietà che li aiuti ad affrontare le difficili sfide della vita. 

Luigi Lupo

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Linfa d’infinito

[wc-ps]

La poesia è emozione prima d’ogni altra cosa, ma è anche ragione che volge verso un obiettivo prestabilito nell’animo di chi scrive e così va intesa dagli occhi, dalla mente, dal cuore di chi legge. Non possiamo scorrendo le righe chiederci quale ordine abbia voluto dare il poeta ai suoi versi, se cronologico, o in base alle preferenze personali, se seguendo uno schema proprio non precisato, ma di certo notiamo un’alternanza tra la speranza e la malinconia, tra la vita e la morte, il giorno e la notte, tra la gioventù e la vecchiaia, la fine e l’infinito, la gioia e il dolore. La poesia in queste pagine è tutto e il contrario di tutto, è sintesi tra opposti, è vita oltre la vita.

(Dalla Prefazione di Daniela Rabia)

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Mai arrendersi

[wc-ps]

Campanella, Uomo di eccelsa onestà intellettuale, di straordinaria coerenza, di grande resistenza fisica e soprattutto psichica, con l’esempio e la forza inestimabile del Suo pensiero ci insegna che l’Uomo, per realizzare i bisogni primari, non può vivere senza il sogno di un’“Utopia” costruttiva, poiché un’Utopia trasformata in un’enorme cantiere è il carburante che fa girare il motore del mondo.

Il Potere, per conservare se stesso, ha cercato sempre di nascondere, insabbiare, camuffare, condannare, negare, dimenticando che le leggi della natura sono inesorabili: così succede che ogni fenomeno sociale, politico o religioso, nasce, cresce, si sviluppa e… prima o poi muore!

Basta guardare nel tempo e nella Storia!

G. B.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

La città del sole di Tommaso Campanella

[wc-ps]

Campanella, Uomo di eccelsa onestà intellettuale, di straordinaria coerenza, di grande resistenza fisica e soprattutto psichica, con l’esempio e la forza inestimabile del Suo pensiero ci insegna che l’Uomo, per realizzare i bisogni primari, non può vivere senza il sogno di un’“Utopia” costruttiva, poiché un’Utopia trasformata in un’enorme cantiere è il carburante che fa girare il motore del mondo.

Il Potere, per conservare se stesso, ha cercato sempre di nascondere, insabbiare, camuffare, condannare, negare, dimenticando che le leggi della natura sono inesorabili: così succede che ogni fenomeno sociale, politico o religioso, nasce, cresce, si sviluppa e… prima o poi muore!

Basta guardare nel tempo e nella Storia!

G. B.

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Medium loci

[wc-ps]

«Si può svuotare l’immagine cinematografica di ogni realtà, salvo una: quella dello spazio». Da questa intuizione di André Bazin si dipana un percorso di indagine sulle trasformazioni spaziali operate dal cinema e dalla televisione, quali potenti strumenti di interpretazione e narrazione del territorio. Come funzionano i processi trasformativi dello spazio inquadrato e narrativizzato dai media audiovisivi? Che oggetti sono l’ambiente cinematografico (spazio dell’azione) e il paesaggio cinematografico (spazio della contemplazione)? Quali sono i tratti distintivi di un paesaggio localmente mediato da rappresentazioni audiovisive come film e serie tv?

Sono alcune delle domande a cui cerca di rispondere questo volume attraverso l’analisi di classici del cinema come Viaggio in Italia di Rossellini e di serie tv recenti come Gomorra e L’amica geniale.

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Il magliocco

[wc-ps]

SAGGI DI

Antonio La Marca e Stefania Mancuso, Università della Calabria

Mariarosaria Salerno, Università della Calabria

Antonello Savaglio, Membro del consiglio direttivo della Deputazione di Storia Patria per la Calabria

Vincenzo Antonio Tucci, Direttore Archivio Diocesano di Cosenza

Piero Giuseppe Savaglio, Studente di Lettere e beni culturali Università della Calabria

Giuseppe Tagarelli, Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Vincenzo Roseti, Agronomo, ricercatore presso “CRSFA Basile Caramia”

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Quello che viene dopo

[wc-ps]

Un antico proverbio tibetano, citato più volte da Gianfranco Ravasi, recita «Il corpo dell’anziano è un prezioso scrigno di canti sacri».

È questo, il primo pensiero che risale alla mente nello sfogliare le pagine di questo agile libro, ultimo lavoro del poeta Erminio Maurizi. Fin dal titolo, Quello che viene dopo, si avverte fortemente il desiderio dell’autore di tracciare un solco tra l’esperienza passata e il futuro. La saggezza di Maurizi sceglie di descrivere, con il filtro di una poesia delicata e leggera come ali di farfalla, le esperienze del tempo presente.

La copertina ci rimanda ad un episodio del Vangelo di Luca, splendido e a volte trascurato, sebbene sia il Quarto Mistero Gaudioso del Rosario: l’incontro della Sacra Famiglia con il vecchio e saggio Simeone (Lc, 2, 22-35).

(da “Nunc dimitte” di Michele Giustiniano e Gianfranco Russo)

6,9912,00
4,898,40
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Giuditta

[wc-ps]

Una storia narrata con passione e venerazione;
un diario intimo che intreccia al racconto della vita
di Giuditta le storie dell’intera famiglia attraverso
anni di sofferenze, gioie e dolori.

L’autore restituisce la voce all’adorata moglie,
una donna di raffinata cultura e profonda religiosità,
che si esprimeva più con l’affabilità
dei suoi modi gentili che con le parole.

8,9916,00
6,2911,20
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Risveglio dal buio

[wc-ps]

… La madre si alza da letto, attraversa il corridoio, apre la porta della stanza del figlio.
La stanza è vuota. Il figlio non c’è. Lavora a Londra. La casa è vuota.
La protagonista tenta di superare “il limite” di una morte, priva di senso come tutte le morti, per restituire il valore di un “senso” alla propria vita.
Con l’immediatezza dello schizzo preparatorio, del “no finito”, del “provvisorio”, la storia prende la “sua” forma dentro il “cuore della mente” del lettore…

dalla Prefazione di
Gabriele Lavia

8,9916,00
6,2911,20
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Nuovi studi pirandelliani 14

[wc-ps]

L’agrigentina-greca Mirella Salvaggio nella lontana ARMONIA-ANIMA-ARIA APERTA-ALBAURORA-ROSA-CORONA (Itaca-Pitica-picàta-catastrofe) legge la SCRITTURA CUNEIFORME: l’altissima inarrivabile “Lettera-Giornata Una-Croce e Trinacria-Rábdos”, l’Alta Montagna (Akragas = Olimpo-olim Tabor-baracca Calvario = Piramide-Triangolo = Pagliaio-Pupo di Pandoro-Toro Falaride-Lindo-Candido-Vergilio) dei Giganti Numeri-Numi-Lumi (Punti-Chiodi-Cunei della Lettera-Giornata-Giara di don Lollò-Calogero)… L’Agrigentina dimostra che il pitagorico severo rozzo COLOSSO TELAMONE-NOME-GIORNO-DIO UNO (Pandoro-Toro) E TRINO (fuoco-albaurora-rosa del Taumaturgo-Sole Calogero), il FIGLIO GIGANTE PETRONIO (il pupo-dramma satiresco tirato dal cielo e riparato nell’Olympieion) d’AKRAGAS, è composto tagliato inciso inchiodato nell’armonia-anima-muraglia della Lettera-Giornata (dies-sedia scala) Una (Croce) e Trinacria (Rábdos) del Taumaturgo-Sole Calogero (Cocalo), il COLOSSO (Minotauro) UOMO (Padre Dedalo Cosimo Crono) DIO (Figlio Icaro Damiano Acrone), il GIORNO GIGANTE (Kouros Vergilio = Signore della Nave-Trireme-Tridente-Trinacria) che sale facendo il vento-anemos fino, il ritornato pasquale primaverile Zefiro-Zero senza fine (il fischio del treno pindarico, il canto funebre che scioglie il romanzo-dramma “Pascal-Finot”) lo SPIRITO NESSUNO (Medeís-Mida), il Rosario-Romano dell’Albaurora-rosa, l’Auleta Trovatore Soldato (dell’anima-soldo-dramma), il Taumaturgo-Incisore Ombra della Lettera-Dialettica-Giornata (il letto ingegnoso di Odisseo, la forma-tomba chiusa nell’oscuro rotondo labirintico zero-sigillo scarabeo-occhio-fico geroglifico del cieco Omero-Pipistrello), la SCRITTURA DRAMMATICA-CUNEIFORME incisa nell’ARMONIA-SINTESI (vita-anima-nomos) messa tra il vicino SPETTACOLO-FANTASMA dell’APPARIRE-ANTITESI (il male-gioco di luce falsa, la commedia-socco, l’ideogramma-occhiale del Drammaturgo-Regista-Attore-Conte di Luna Centomila, la voce dell’anima-vita-armonia-legge chiusa nella pitagorica tela-forma-tomba de “Il fu Mattia Pascal” del mondo barbaro) e il lontano TEATRO-SPIRITO dell’ESSERE-NON ESSERE-TESI (il bene-fuoco di luce vera, il dramma-coturno (turno della catarsi di prima e della catastrofe di dopo), il pittogramma-occhio del Taumaturgo-Sole Auleta Trovatore, il Poeta-Pittore-Personaggio Uno-Nessuno, lo Spirito Qualcuno Tís-Attia-Astianatte), il BIMBO MATTINO (vivo Mattia Pascal), il bravo Ecnomo-Fuorilegge, la voce lontana che guida dall’Acropoli la Città Bassa, la Polis-Astu dell’astio-discordia-catastrofe della tragedia greca di Luigi Pirandello, il SIGNORE (Atlante in croce) della NAVE (Tre Atlanti in piedi) del Colosseo (Tempio-Palazzo-Teatro del Gigante Natale-Nicola-Inico-Epimeto-Mattia del cielo e del Gigante Pasquale-Camico-Prometeo-Pascal del Kome-Villaggio Caos d’Akragas) Olympieion d’Akragas. Sofia Damiani Li Petri

10,00 7,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Le stanze dell’ombra

[wc-ps]

Verso mezzogiorno il tempo improvvisamente cambiò.
Un forte vento caldo aveva spinto nella valle nuvoloni neri come fuliggine e la temperatura si era
improvvisamente alzata. Lampi accecanti e tuoni assordanti si susseguirono per parecchi minuti
e cominciò a piovere. Piovve per due giorni di seguito; come per incanto la neve scomparve dai tetti
e dalle stradine, incanalandosi verso valle.
L’Esaro e il Crispo erano in piena…
Dettagli
7,9915,00
5,5910,50
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Volando con Pindaro

[wc-ps]

«L’intraprendenza, passione, lo stretto legame dei giovani con l’elettronica d’oggi: computer, telefonini, pone in disagio gli attori di un mondo più antico, romanticamente “vecchio”. Retrocedo a scolaro per cimentarmi con le nuove lettere dell’alfabeto moderno. Mi trovo perplesso di fronte ad una lavagna a me ignota, luminosa, munita di tasti, frecce, che registra whatsapp , voci, messaggi. Ti avvia ad un mare, ove, nocchiero, puoi navigare. Lo dicono “internet”. Offre gli approdi negli angoli più remoti del globo. Mi impegno a capire, analfabeta moderno, per imparare almeno a firmare! “Suonato”, come pugile seduto nell’angolo, mi rialzo, pronto a sprigionare ogni mia forza acquisita, concentrata su fogli sbiaditi dal tempo: appunti di storia, filosofia, fisica, storia dell’arte, le più recenti nozioni di anatomia, del Taoismo cinese: ricordi consumati negli stanzoni di un classicismo scolastico, universitario, autonomo, echi di voci auliche di docenti autorevoli, passati alla storia. Quanta polvere negli anfratti di un cervello invecchiato! Svolazzando come farfalla, mi poso su ognuno, commosso, li leggo, li esprimo su fogli più bianchi in toni, considerazioni, ironia dell’uomo nella tarda maturità, li offro alla critica, al giudizio degli altri. Nel risveglio di un sogno esprimo il mio futuro, la mia ricchezza, la mia applicazione. In fondo, danzando sul ring, restituisco i colpi nel mio linguaggio usuale.» (Dall’Introduzione)

Dettagli

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Amara verità

[wc-ps]

(Dalla Prefazione di Sebastiano Andò)

Accolgo con piacere e sincera ammirazione la presente opera di Carlo Guccione, eccellente vademecum per comprendere “il pianeta della sanità” calabrese nelle sue carenze e drammatiche criticità strutturali accentuate dalle recenti fasi dell’emergenza pandemica. Una analisi lucida delle responsabilità colpose accumulate nel corso dei dodici anni di fallimentare gestione commissariale di questo settore.Il volume ha il merito di ricostruire, attraverso un esame accurato del notevole materiale documentale raccolto, il nesso esistente tra inadempienze normative, scelte abusive, diseconomie gestionali, e il percorso di una progressiva alienazione espoliativa dell’intera sanità calabrese reso ancora più drammatico durante la lunga gestione commissariale…

Dettagli

15,00
10,50
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Werner Herzog

[wc-ps]

«Ci servono immagini che siano conformi alla nostra civiltà e ai nostri condizionamenti più intimi. Dobbiamo scavare come archeologi ed esplorare i nostri paesaggi violati in cerca di qualcosa di nuovo». È questa frase di Werner Herzog uno dei punti di partenza del percorso del volume. Un percorso che riattraversa il cinema del regista tedesco come ricerca incessante di immagini nuove, che attingono però la loro potenza dal passato, che sono spesso nascoste, invisibili, che necessitano di un lavoro di scavo per venire alla luce. Immagini di per sé anacronistiche. È qui che il cinema herzoghiano incontra il pensiero di Aby Warburg e la sua straordinaria teoria delle immagini.

I concetti di Warburg – come quello di Orientamento, Polarità, Sopravvivenza, Intervallo – si rivelano allora potenti forme del cinema se rivisti a partire dalle immagini di Herzog. Le immagini in cammino, secondo un’idea di montaggio aperta a salti e nuove connessioni; le immagini danzanti, ipnotiche e capaci di evocare tempi diversi; le immagini che si elevano, che fanno del volo, dell’estasi (come anche della caduta e della catastrofe), il loro destino.

I vulcani de La Soufrière o di Dentro l’inferno, i fiumi di Aguirre o di Fizcarraldo, le montagne di Grido di pietra o Cuore di vetro, i corpi eccedenti e folli di tanti film herzoghiani diventano allora alcune delle forme con cui il cinema svela la sua potenza anacronistica, che lo rende ancora una volta un’arte contemporanea.

Dettagli

9,9920,00
6,9914,00
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

LEX RATIONIS ORDINATIO

[wc-ps]

Tre volumi indivisibili a cura di Maria d’Arienzo, Vincenzo Buonomo e Olivier Échappé.

Autori Vari

 

Dettagli

150,00 105,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Tre colpi al cuore

[wc-ps]

Nell’azione politica di Sandro Principe, nel corso di sette lustri di impegno nelle istituzioni, si colgono delle costanti, delle idee forti che sempre affiorano nello svolgimento dei vari ruoli ricoperti, nell’azione dell’uomo di governo, dell’amministratore regionale e del sindaco, in aggiunta alle tematiche relative alla programmazione territoriale, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, sempre presenti nelle visioni e nelle azioni concrete di Sandro.

In primo luogo, la forte determinazione a svolgere azioni per rafforzare la giustizia sociale a favore dei più deboli. Questo ideale si rintraccia nell’impegno del sottosegretario che risolve tante vertenze di lavoro, che favorisce provvedimenti per ottenere sgravi fiscali e contributivi per le imprese del Mezzogiorno al fine di renderle competitive aumentando anche gli organici, che sperimenta per primo in Europa istituti come i contratti di solidarietà, grazie ai quali durante le crisi tanti dipendenti non hanno perso il posto di lavoro. Ed ancora, nel lavoro dell’assessore regionale alla Istruzione, all’Università, alla Ricerca e all’Innovazione tecnologica che si impegna per potenziare la formazione dei giovani calabresi e che si batte affinché il mondo della ricerca e dell’impresa camminino a braccetto, per rendere le aziende, attraverso l’innovazione di processo e di prodotto, più competitive e, quindi, capaci di creare nuovi posti di lavoro. E che, a tal fine, si rende promotore della realizzazione di due distretti tecnologici, della logistica e della trasformazione a Gioia Tauro, dei beni culturali a Crotone.

Quest’impegno per il mondo del lavoro e per i giovani, per la formazione e per la ricerca si ritrova nell’azione del Sindaco che costruisce decine e decine di istituti scolastici, che lavora perché le aziende del territorio utilizzino la ricerca prodotta dall’Unical, e che progetta la realizzazione di una moderna area industriale che, nel tempo, diventerà la più grande della Calabria con più di 400 aziende.

Altra costante nell’azione di Principe, è rappresentata dal suo impegno per la cultura, per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali…

Claudio Signorile

(continua) 

Dettagli

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Lo sciamano e la curandera

[wc-ps]

Ci fu un tempo
in cui tutti i ricordi
non bastarono.
Allora giunse la memoria.
Ed è così che
lo sciamano e la curandera
si misero a raccontare…

Dettagli

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello