Libri

Apertura alla francese

[wc-ps]

Seduto davanti allo specchio nel camerino, dietro le quinte del teatro “Saffo” di Madrid, nell’attesa di entrare in scena per l’ultima volta, Zacharie Levy si rivolge ad un pubblico immaginario e racconta la sua vita. Nato nel 1950 in una prestigiosa e ricca famiglia di ebrei francesi, proprietari di un marchio legato al mondo della houte couture, Zacharie trascorre i primi anni della sua vita alla ricerca di un equilibrio tra i vecchi e i nuovi modelli della società parigina del dopoguerra. Quando, appena maggiorenne, la sua strada s’incrocia con quella di un mistico, che lo inizia alle letture esoteriche della Cabala e allo studio comparativo delle religioni, la sua vita prende una piega sorprendente che lo porta da una parte all’altra del mondo, da Gerusalemme a New York e ancora altrove. Apertura alla francese è un romanzo introspettivo, cinico, disincantato, ricco di colpi di scena, con un finale inatteso e commovente.

Dettagli

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Agorà

[wc-ps]

“Ecomafie, agromafie, travelmafie, digitomafie, healtmafie, bancomafie: non c’è un settore in cui le organizzazioni criminali non producono, scambiamo, investono, esportano con fatturati di centinaia di miliardi che vengono in parte reimmessi nel circuito economico finanziario, una volta ripuliti da istituti bancari e paesi compiacenti o solo disinteressati dell’origine di quelle risorse o dell’identità di coloro che ne sono più o meno i fiduciari”.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Leader al contrario

[wc-ps]

 

Conversazione con FRANCESCO KOSTNER

(con Prefazione di PierPaolo Bombardieri e con Postfazione di Giorgio Benvenuto)

Un’originale e appassionata intervista attraverso la quale Roberto Castagna, storico dirigente della UIL calabrese, offre un contributo non scontato alla conoscenza dei problemi del Mezzogiorno e della Calabria. Il tutto, sullo sfondo di un contesto familiare ricco di umanità e dì valori etici, sulle cui fondamenta Castagna ha edificato il suo lungo impegno sindacale. Un “faccia a faccia” senza veli dal quale emerge una coraggiosa autocritica, ma anche la forte denuncia dei limiti culturali e progettuali di una classe politica spesso inadeguata, responsabile di aver vanificato occasioni e opportunità in grado di invertire il trend negativo della parte più debole del Paese. Una testimonianza che per i suoi contenuti è destinata a caratterizzare il dibattito all’interno del sindacato e tra le forze politiche, chiamate oggi, ancor più che in passato, ad un responsabile e illuminato protagonismo.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Storie oltre frontiera

[wc-ps]

Le interviste qui contenute, fatte tra febbraio e giugno 2021 (durante il dilagare del COVID-19) ad italiani emigrati in Svizzera, costituiscono, assieme alla testimonianza dell’autore del libro, storie di persone di diversa età, delle quali alcune, in quel Paese, sono riuscite ad affermarsi, altre, invece, ritengono di non aver raggiunto lo scopo desiderato e, quindi, sono ancora alla ricerca della strada giusta da seguire. Si tratta di un lavoro interessante, che non solo pone in risalto certi aspetti del fenomeno migratorio italiano in terra elvetica e fa comprendere determinate peculiarità sia della Svizzera che dell’Italia, ma evidenzia lati storici, geografici, culturali, politici, giuridici, economici e sociali di entrambe queste nazioni.

7,9916,00
5,5911,20
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

IUBRIS

[wc-ps]

Il termine greco hýbris, letteralmente pronunciato iubris, indica un tema ricorrente della narrazione tragica, che assurge a molteplici significati sintetizzabili nel sentimento di orgogliosa tracotanza di colui che si spinge a considerarsi superiore alle leggi di Dio e degli uomini. Tale altezzosa arroganza è il filo conduttore che connette tra loro le vicende di don Pepé, uomo rozzo e borioso ma maestro nel tessere la ragnatela della politica locale del piccolo borgo di cui è sindaco ma allo stesso tempo signorotto. La pungente e spregiudicata ironia del giornalista, nelle vesti di primiparo romanziere, regala uno spaccato caratteristico della realtà urbana dei piccoli comuni della seconda metà del ‘900, nei quali prese forma quello che ad oggi è diventato un topos politico: il “cerchio magico” non è un’invenzione della nuova repubblica, bensì un lascito ereditario delle logiche di controllo e gestione dei piccoli centri in cui le tre figure rappresentative del potere locale, sindaco, parroco e medico condotto, regnavano spesso in reciproco conflitto ma incontrastati, disponendo a piacimento della vita dei cittadini nella logica dello spadroneggiare inconsulto caratteristica dei latifondi mai veramente svincolati. Un amaro ritratto della nostra realtà di ieri, doveroso ed essenziale per comprendere l’identità dell’oggi.

14,00 9,80
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

ITALIA Regione contesa

[wc-ps]

“Ecomafie, agromafie, travelmafie, digitomafie, healtmafie, bancomafie: non c’è un settore in cui le organizzazioni criminali non producono, scambiamo, investono, esportano con fatturati di centinaia di miliardi che vengono in parte reimmessi nel circuito economico finanziario, una volta ripuliti da istituti bancari e paesi compiacenti o solo disinteressati dell’origine di quelle risorse o dell’identità di coloro che ne sono più o meno i fiduciari”.

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Nuovi studi pirandelliani 13

[wc-ps]

L’agrigentina (greca) Mirella Salvaggio in questo testo presenta il MITO-DIO-CRISTO-SANSCRITO-CRITONE (del Taumaturgo Sole Oreste-Calogero Castore-Socrate Crise-Cristo Anér, “Il capretto nero” della Valle dei Templi), il LOGOS-VANGELO-VITANGELO-ANGELO CENTUNO GELLIA (il dialogo-duello da leggere (con la ciclopica mente-occhio) nell’ideogramma geroglifico delle due idee-giornate-bacchette-braccia incrociate), il DRAMMA-GIORNO-DIO (idea-sogno-pensiero finzione-sfinge-fantasma-fantoccio sipario-canovaccio-intreccio-incrocio) UNO (il sepolto Nome-Figlio Pandoro-Toro-Bove-Giove-Zeus Atabirio-Olimpio Candido-Lindo-Falaride Acrone del presente) e TRINO (del vivo Spirito-Personaggio Ecnomo (fuorilegge) del futuro del morto Poeta-Padre Crono del passato): la LETTERA GIORNATA UNA (croce) e TRINACRIA-TRIMURTI (rábdos): la PORTA CHIUSA (il Mito-Grande Me Epimeto-Metone-Metello, l’ammannato-macaduro Gigante, il Figlio Acrone sepolto nella Val d’Akragas) e la PORTA APERTA (dal pugno forte dello Spirito-Personaggio sveglio dello stanco morto sudato Taumaturgo-Sole Prometeo, il Padre Crono Auleta Trovatore dell’armonia-pietra-giaca-rocca del Caos-Cosmo-Pan d’Akragas) dell’ARMONIA-ANIMA-ARIA APERTA: la TRAGEDIA-PSICHE-PASSIONE-FUOCO (anima-amor-Roma Karma-muraglia manna-mano firma-legge), la TROVATURA (taurocolla), il TESORO (segreto mistero), l’ORO (zero tao-tau croce-chiodo-cuneo-chiave corona-fede-nodo Legge-Nomos dello Spirito Fedone-Fedro-Foco-Feace-Fenice, il Rosario-Romano dell’Albaurora-rosa Itaca-Pitica-Picàta-catastrofe) del VELLO (tela-croce d’armonia-pugna di cento Numeni-Numi-Lumi Spiriti -Venti Antenati Argonauti Legislatori Giganti Centimani) portato da LUIGI PIRANDELLO, il POETA-IO UNO-I (del Gigante Cipresso della Val d’Akragas) NESSUNO-O (del Gigante Pino del Caos d’Akragas): «Ebbene, fu qua che i due giganti m’apparvero, una notte di quest’inverno. Qua, nel punto del muro propriamente ove quel pino sorge come un grande O accanto a quel cipresso dritto come una grande I, che alti la notte nel cielo stellato possono, oh beati!, scrivere un IO in due…» (Luigi Pirandello, “I due giganti”). Ci piace ricordare che la scrittrice siciliana è letta nelle biblioteche italiane: «(Bari, 10 aprile 2010)… grazie per l’invio della Sua Opera, che metteremo al più presto a disposizione dei nostri lettori, quasi tutti docenti o studenti presso l’Istituto «S. Fara» della Facoltà Teologica Pugliese. La modernità e la verità della lettura pirandelliana della storia potrà far riflettere ancora oggi quanti si pongono le ineluttabili domande di senso, afferenti alla grande domanda di Dio e su Dio…» (Pier Giorgio Taneburgo, “Lettera a Mirella Salvaggio”). Alla Poetessa Salvaggio auguriamo di presentare, un giorno, il Suo “Pirandello-Puranghellos (Spirito-Personaggio Messaggero dell’Amore-Fuoco-Zolfo Omerico)” all’Accademia di Atene, dov’è molto apprezzata. Caterina D’Alcàntara

10,00 7,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Democrazia per il XXI secolo

[wc-ps]

Come hanno risposto i media alle mutazioni dei regimi democratici in corso ormai da qualche decennio? Hanno contribuito a quei cambiamenti o ne sono stati vittime? La presenza dei digital media ha agevolato la transizione nei paesi a democrazia non ancora consolidata o, invece, è servita ai governanti per rafforzare il potere di controllo sulla cittadinanza? E come hanno influito i rapporti tra media, politica e opinione pubblica su rappresentanza e partecipazione? Il volume offre una riflessione a partire da queste domande, ripercorrendo le teorie degli autori che hanno fatto scuola negli studi sulla democrazia, la comunicazione e l’opinione pubblica, con un occhio ai report internazionali più recenti, come “The crisis of social media” (Freedom House, 2019) e “Exporting digital authoritarianism: the Russian and Chinese models” (Foreign Policy, 2019), tradotti dall’autrice. Al centro dello studio restano i nuovi fenomeni di digitalizzazione, che sembrano ormai permeare ogni strato della sfera pubblica, a qualunque latitudine.

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Ifigenia è tornata

[wc-ps]

Le sei protagoniste di questi racconti sono tutte donne accomunate da un vissuto difficile che, progressivamente, sfocia e si cristallizza in sofferenza.
Il filo invisibile che lega tutte loro è il vuoto che caratterizza le loro vite, quello che è prodotto dalle mancanze, dalle debolezze, dalle ossessioni. Il dolore, acuto e pervasivo, che si accompagna a delusione e disagio, le porta a scelte estreme e a compiere azioni orribili.
Eppure risulta difficile odiare e condannare senza appello queste donne dopo avere condiviso con loro la sofferenza, il passato doloroso, i pensieri laceranti, la percezione falsa e deformata del presente.
Ciò che viene condannato non è semplicemente l’epilogo, ma gli eventi che lo hanno determinato. Resta il dramma personale di ognuna, il viaggio che ciascuna ha percorso e che ha trasformato la vittima in carnefice.
Storie di follia, di solitudine, di ingiustizie subite e fiducia tradita.
Ifigenia, la giovane figlia di Agamennone sacrificata agli Dei, diventa l’emblema della donna che accetta con sottomissione il dolore, la sofferenza e la morte.
Le protagoniste di questi brevi racconti sono le “anti Ifigenia”. Sono loro a dare la morte ma, insieme alle loro vittime, sacrificano la parte migliore di loro stesse.

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

MANDATORICCIO. IL FEUDO DELL’ARSO E LA TORRE STELLATA

[wc-ps]

[…] Mi auguro che la fusione tra le tracce del passato e quelle del presente, ci aiutino a imparare ed intraprendere la giusta via, per il futuro. Ammiro ancora di più questa pubblicazione perché riguarda la storia della mia famiglia, e sono sicura che mi darà la possibilità di conoscere più a fondo i miei antenati, sul chi fossero e cosa hanno fatto per realizzare ciò che c’è oggi, una maestosa torre di vedetta a forma di stella, che rappresenta i 4 punti cardinali; ed è proprio lì che è iniziato il progetto di Fiuminarso che è stato possibile grazie a un gruppo di ragazzi, che hanno creduto, in piena pandemia, nella speranza di creare il proprio futuro; magari tornare a ripopolare i propri paesi del Sud, a malincuore lasciati per cercare altro, una stabilità, un posto fisso. L’opportunità di fermarsi e pensare, di non poter andare da nessuna parte se non con la mente, ha fatto sì che venisse alla luce un qualcosa di magico, la condivisione del tempo. Immaginate dieci ragazzi che si trasferiscono nello stesso luogo, un luogo dimenticato da anni con nessuna pretesa se non quella di farci da palcoscenico. Finalmente eravamo noi che sceglievamo per noi stessi. Non volevamo andare da nessuna parte, e non volevamo niente, solo Mandatoriccio vivere in quelle pareti di pietra che trasudano di storia. Pennelli, colori e qualche chiodo sparso, quello che basta per segnare il nostro passaggio lì, al Castello dell’Arso, dove tutto ha avuto inizio. […]
Dalla Nota di Saluto di Giulia Marilena Stef MASCARO

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Emergenza educativa e la scuola del terzo millennio

[wc-ps]

Nella società della globalizzazione, della conoscenza pervasiva, del rischio esistenziale sembra che la scuola abbia perso di senso e di significato. Da luogo deputato alla trasmissione dei saperi e alla formazione delle giovani generazioni si ha l’impressione, come rileva Giancarlo Cerini, che la scuola si sia trasformata in un “non luogo” e che il suo compito sia stato svilito e depauperato da ogni valore riducendosi a quello di “contenere i ragazzi e di fare passare loro il tempo della crescita possibilmente senza incidenti o danni”.Viviamo tempi difficili, di disorientamento, di grande insicurezza e la scuola è diventata la cartina al tornasole di questo stato emergenziale.È proprio partendo da questa riflessione, condivisa, che la dirigente scolastica e un gruppo di docenti dell’Istituto Comprensivo Mangone Grimaldi, hanno avvertito l’esigenza di condurre uno studio approfondito che si è tradotto nel presente lavoro.Una riflessione corale che parte dalla ricerca delle cause e dei processi che hanno determinato l’emergenza educativa, che analizza gli scenari ed i cambiamenti, che socializza interventi e probabili soluzioni.Un lavoro di chi opera nella scuola e crede ancora e fortemente nell’immenso valore della scuola.

16,00 11,20
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Natuzza Evolo

[wc-ps]

Il suo nome all’anagrafe è Fortunata. Un nome che non riflette la sua vita letta con occhi umani. Non è stata fortunata all’età dell’infanzia, un tempo spensierato che i bambini dedicano ai giochi e ai divertimenti. I banchi di scuola, poi, le sono stati negati. Già da piccola si è presa cura dei suoi fratelli, accettando l’umiliazione dell’aiuto offerto con compiaciuta magnanimità. Non è stata fortunata all’età dell’adolescenza e della giovinezza, perché ha dovuto procurare il pane per la famiglia e sopportare lo scherno e il dileggio da quelle autorità che altro giudizio avrebbero dovuto dare. Non è stata fortunata all’età adulta, quando le ferite del corpo l’hanno accompagnata senza pause, non distogliendola, comunque, dalla cura della sua famiglia e dei suoi figli spirituali. Il suo nome, Natuzza, però non è frutto del caso. Questo nome è stato scelto da un abile Suggeritore quale segno di speciale predilezione che le ha inteso riservare. Natuzza ci accompagna con le sue speciali prerogative a capire il senso della vita, un ordito complesso ricamato da un bravo Tessitore che sollecita l’ignaro pellegrino a coglierne il significato, spesso oscuro perché relegato nei cassetti della mente che restano, per pigrizia o scetticismo, ermeticamente chiusi. Natuzza ci invita a aprire le menti e soprattutto il cuore alla comprensione dei misteri del Cielo dove un giorno avremo stabile dimora e i nostri occhi finalmente vedranno!

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Giustizia è fatta!

[wc-ps]

(a cura di Velia Iacovino) Presentazione di Piero Sansonetti

Uno sconcertante e doloroso caso di malagiustizia, che l’imprenditore lametino Luigi Mazzei ricostruisce insieme con la giornalista Velia Iacovino.

Un’odissea, cominciata nel 2007 con l’arrivo della Guardia di Finanza in una delle sue aziende “per controlli di routine”, che sfocia nell’arresto dell’industriale il 30 giugno del 2011. Mazzei, riconosciuto innocente dopo dieci anni di tribolazioni e sofferenze d’ogni tipo, non si limita alla mera cronaca dei fatti. Racconta come ciò che gli è accaduto abbia devastato irrimediabilmente i suoi interessi economici ma, ancor più, la sua vita familiare, scavando solchi profondi nella sua sfera emotiva; i sogni e le aspirazioni di un giovane imprenditore di successo, innamorato della sua terra, travolti da inquietanti e paradossali meccanismi di valutazione di fatti dimostratisi mai accaduti. Un libro di grandissima attualità che dimostra come la macchina della giustizia possa trasformarsi talvolta in un mostruoso tritacarne.

7,9914,00
5,599,80
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

A tu per tu con la scienza

[wc-ps]

Piero Angela, Vincenzo Antonino Bova, Federico Caligaris Cappio, Arnaldo Caruso, Cristiana Castellotti, Alessandro Cavalli, Edwin Zarck Crues, Guerino D’Ignazio, Fabiola Gianotti, Eugenio Guglielmelli, Margherita Hack, Paolo Jedlowski, Gabriele Mascetti, Katia Massara, Barbara Negri, Nuccio Ordine, Ercole Giap Parini, Gaspare Polizzi, Francesco Raniolo, Antonella Salomoni, Umberto Scapagnini, Tito Stagno, Enzo Vailati, Paolo Veltri, Umberto Veronesi, Antonino Zichichi

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

L’area metropolitana silana in Calabria e nel contesto italiano

[wc-ps]

Il saggio “AREA METROPOLITANA SILANA IN CALABRIA E NEL CONTESTO ITALIANO” è una ricerca storico-antropica-sociale-economico-amministrativa-urbanistica-infrastrutturale che, partendo da un’ottica nazionale e sovranazionale, ma con la lente puntata sempre sulla Calabria, si immerge con senso critico e costruttivo, evidenziando le incongruenze politico-programmatiche e burocratiche in un quadro di attuale squilibrio perpetrato nei confronti del territorio regionale per dar luogo ad un progetto di area metropolitana vasta e di interconnessione infrastrutturale fra i vari centri (grandi e piccoli della regione) a risoluzione delle problematiche emerse. Scopo della politica dovrebbe essere quello di intercettare i bisogni della gente e attenzionare le reali esigenze della popolazione tutta, per dare concrete risposte risolutive e perequative, senza anteporre gli interessi di una quota parte rappresentativa esclusivamente dell’elettorato del locale territorio per sostenere personali profitti a proprio tornaconto. Dallo studio risulta evidente la compromissione dello sviluppo economico quale implicazione consequenziale delle scelte politiche operate nel tempo. Dopo una fase di inchiesta sulle discipline interagenti con le problematiche inerenti il tema ed un rapporto su quanto emerso, si sono studiate le possibili soluzioni opportunamente mirate ad intraprendere un nuovo percorso pianificatorio a livello infrastrutturale, urbano e amministrativo del territorio e che possa divenire volano di sviluppo sostenibile. Con questo piccolo volume che vuole essere un atto d’amore verso la mia terra, ho voluto mettere a disposizione, per la comunità tutta, i miei studi sull’argomento, durati un certo numero di anni, e quanto è di mia conoscenza riguardo alla materia trattata, al fine di un riassetto territoriale opportunamente mirato, cercando di rendere il linguaggio semplice e comprensibile, pur se tecnico.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

500 e uno quiz di astronomia per imparare e divertirsi

[wc-ps]

Prefazione di Luigi Bignami

Vorresti conoscere i nomi dei popoli che hanno influenzato l’astronomia occidentale moderna e quelli di grandi scienziati che hanno rivoluzionato il mondo con i loro studi e le loro intuizioni? Ti piacerebbe sapere come è fatto il nostro Sistema solare e cosa c’è nell’Universo? Saresti curioso/a di imparare come si osserva il cielo stellato, apprendere i nomi delle principali stelle e costellazioni che lo popolano, e quali siano state alcune delle più importanti missioni che hanno portato gli esseri umani alla conquista dello spazio? Oppure pensi già di sapere tante di queste cose e vorresti semplicemente metterti alla prova?

Qualunque sia la tua volontà, sei difronte al libro giusto. Qui puoi fare tutto quello che hai letto poc’anzi, rispondendo ai quiz sui vari argomenti di astronomia contenuti all’interno, e confrontando le risposte con i risultati che troverai alla fine. Il tutto con il giusto spirito di gioco, anche risolvendo dei cruciverba a tema. Impara divertendoti!

7,9915,00
5,5910,50
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Altomonte e dintorni

[wc-ps]

Nuccio Provenzano ha il merito di essere riuscito con tenacia e caparbietà a condurre in porto un’operazione editoriale che aggrega borghi, territori e specificità di un esteso comprensorio (da Altomonte a Lungro, Firmo, Acquaformosa, San Donato di Ninea, San Marco Argentano, Malvito, Tarsia, Civita, Castrovillari etc.) non limitando la propria progettualità ai meri aspetti municipalistici, ma cercando con energia il pieno recupero dell’uomo e del territorio – i due occhi della storia – attraverso clips di paesaggio, riti religiosi, tradizioni popolari, luoghi della fede, produzioni agricole e, con una sezione riservata, testimonianze dello spirito, poesia e fotografia. In questo modo cerca di apparentare le testimonianze e le esperienze umane di un esteso e articolato comprensorio legato dal sottile filo rosso delle loro molteplici espressioni identitarie di vita, consapevole che “Omnes artes quae ad humanitates pertinent, habent quoddas commune vinculum, et quasi cognatione quadam inter se continentur”. (Cicerone, Pro Archita).
In fondo, se è indubbio che l’azione sapienziale del ricercato- re si nutre della partecipazione e del consenso di diverse energie sociali e politiche, è apprezzabile che di questa operazione editoriale, che è un fatto culturale rappresentato da valori memoriali, se ne siano giustamente appropriate le comunità civili che costellano il circondario di Altomonte: perché essa è di tutti, appartiene alla storia di questo popolo.
Dall’Introduzione di PIETRO DALENA
Professore ordinario di Storia Medievale

25,00 17,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

La forza dei sogni

[wc-ps]

Un romanzo di ampio respiro sociale, ambientato nella realtà calabrese a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, che vede una generazione senza lavoro costretta a cercare fortuna altrove. Lo scenario difficile in cui prende corpo una trama appassionante, incentrata sui temi della responsabilità di scelte capaci finanche di mettere a repentaglio l’integrità della famiglia, del senso di colpa che affligge i genitori e della relazionalità padre-figlio-fratelli. Campi di confronto che chiamano in causa anche la dimensione della fede e la fiducia in un futuro migliore. La sfida eterna e incerta, in definitiva, tra ciò che è forza, timore, speranza, e quanto realisticamente ogni individuo riesce ad ottenere. La storia si espande con una calma affettuosa e rivela i modi e i sentimenti di un mondo scomparso. L’autore si mette al servizio dei personaggi con un linguaggio casto, essenziale che esprime il senso morale dell’esperienza del protagonista e con la potenza evocativa del dialetto ricompone l’identità di una comunità.

– Sono sicuro che nostro padre non debba partire, la nostra famiglia deve restare unita. – Pietro non puoi essere il giudice di nostro padre. Nessuno di noi può esserlo. – Io sono una vittima di nostro padre!

7,9918,00
5,5912,60
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Le strade

[wc-ps]

Pubblicato nel 1965, Le strade in Spagna vinse il premio Eugenio D’Ors per il romanzo breve a tema sociale. Dostoevskij, Kafka e Camus sono lo sfondo letterario di questo testo urbano in cui un giovane arriva a Madrid subito dopo la guerra, affrontando le difficoltà, le sofferenze e le umiliazioni che gravavano su una popolazione ancora soggiogata dal potere e rassegnata alla povertà. In un panorama ostile trovano tuttavia spazio la solidarietà e la ribellione, quella sorta di “etica della povertà” che costituisce uno dei temi più profondi dell’intera opera di Félix Grande, ed è in tale contesto che la sua scrittura diventa una forma di rappresaglia, una vendetta contro la struttura piramidale del potere, rappresentato dai vicari di un’autorità indefinita, che associamo immediatamente, tuttavia, al regime totalitario di Francisco Franco. Nell’inquietante atmosfera dell’ufficio in cui lavora, il protagonista, povero abitante della metropoli che cerca un amico nelle strade di Madrid, proverà inutilmente a stabilire legami affettivi. Questo breve romanzo descrive con sobrietà ed esattezza la paura che attanagliava uomini e donne delle classi medie di fronte al regime e alla morale dominanti, insieme a un moto di ribellione, un’insubordinazione forse più privata che pubblica, che trova in queste pagine un perfetto equilibrio tra esistenzialismo e testimonianza onesta e intransigente di un’epoca che la Spagna avrebbe tardato ancora vent’anni a lasciarsi alle spalle.

6,9912,00
4,898,40
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Storia di una maestra

[wc-ps]

…tutto il percorso di crescita di un individuo è un divenire magico, con mutamenti imprevedibili.

14,00 9,80
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello