Luoghi migranti tra clandestinità e spazi pubblici

In che modo i migranti sono presenti negli spazi pubblici? Se l’atmosfera di socievolezza che caratterizza i caffè, le osterie, le piazze rende possibile la discussione di questioni di interesse collettivo, quali sono gli effetti della “clandestinità” sulla frequentazione di questi luoghi? Qual è, inoltre, il rapporto tra condizione migrante, cittadinanza e narrazione? A partire da questi interrogativi il volume traccia un percorso teorico tra i concetti di clandestinità, sfera pubblica, luoghi terzi e socievolezza, per esplorare il significato politico della presenza dei migranti nello spazio pubblico attraverso diversi casi etnografici: da Lampedusa alla Stazione Termini, da una scuola di italiano per rifugiati a un caffè marocchino nella periferia romana, fino ai luoghi del viaggio narrati dai migranti.

 

5,9912,00
ebook - cartaceo

Svuota
COD: 9788881018543 Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2012

ISBN

978-88-8101-854-3

Numero Pagine

116

Collana

Ossidiana

ISBN ebook

9788868221348

Autore

Gatta Gianluca

Collane

Ossidiana

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Luoghi migranti tra clandestinità e spazi pubblici”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]