Il popolo cosentino e il suo territorio, da ieri ad oggi

Riccardo Giraldi, col Popolo cosentino e il suo territorio, inserisce di getto la “Cosentinità” nel quadro della storiografia delle Province d’Italia. Sulla base di cospicue fonti documentarie, gli avvenimenti, i soggetti, le azioni politiche, i fenomeni e i processi di trasformazione socio-economico-culturale della storia di Cosenza, ovvero dei Cosentini, scorrono come su una pellicola. Rifacendosi all’insegnamento di Marc Block, lo storico rendese avverte il bisogno dell’indagine attenta e, liberando la struttura dal sentimentalismo, approda tranquillamente ad una analisi scientifica sicura. Il testo, che si aggiunge alla pur erudita ottocentesca opera dell’Andreotti e al pur spassionato lavoro del Caruso, per citare qualche scritto precedente, se ne discosta per l’ispirazione apertamente democratica, per la solidità e snellezza della struttura, per la vasta panoramica degli avvenimenti, che dai primordi toccano il 2000. La genesi del volume si identifica con la caduta del governo nazionale, costituito da una strana Sinistra, i cui leaders, volenti o nolenti, non hanno sempre spiccato per purezza di fede e per aristocrazia di mente. Senza imbastire accuse pesanti o invettive furibonde, il Giraldi, con olimpica sincerità, espone lucidamente idee, passioni, verità anche fastidiose. Lo svolgimento, nel solco della metodologia euristica ed epistemologica, Ë ampio ma sintetico, complesso ma lineare, movimentato ma unitario. Facendo tesoro del precetto di Senofonte, l’autore scolpisce una galleria di interessanti medaglioni di storia patria: Telesino o Ponzio Telesio, Crispina, Bulla, Arnulfo, Girolamo Sanseverino, Aulo Giano Parrasio, Pietro Cicala, Marco Berardi, Bernardino Telesio, Sertorio Quattromani… Francesco Saverio Salfi, Nicola Vitari, Vincenzo Federici, Lodovico Lupinacci… i Repubblicani del 1799, Luigi Maria Greco, i Martiri del 1844, Francesco Lattari, Tommaso Cornelio, Teresa Notarianni… Michele Bianchi, Pietro Mancini, Fausto Gullo, Mario Misasi, Luigi Nicoletti, Riccardo Misasi, Antonio Guarasci, gli Antoniozzi, Salvatore Perugini, Francesco Principe, Giacomo Mancini, Luigi Gullo. Scrigno di idee e di valori, oltre che di fatti e di avvenimenti significativi, la trattazione del Giraldi si propone da un lato come nobile testimonianza per i cultori della materia e dallíaltro come strumento di ricerca per i giovani studiosi. E mentre il Capoluogo e la Provincia cosentina, guidati dalla Sinistra, gettano una luce di conforto e di speranza nel firmamento politico nazionale ed europeo, il libro si pone a livello di un grande libro. Un libro prezioso. Un libro, che ogni dove “illumina d’immenso”.

10,00

COD: 8881011867Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2003

Numero pagine

423

Formato

Cartaceo

ISBN

88-8101-186-7

Autore

Giraldi Riccardo

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Il popolo cosentino e il suo territorio, da ieri ad oggi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]