Estetica e teoria dei generi in György Lukács

Negli ultimi trent’anni il pensiero di György Lukács ha
conosciuto un immeritato e quasi indiscriminato oblio. Le
ragioni che hanno foraggiato questa sistematica pratica di
rimozione del filosofo ungherese sono fin troppo esplicite.
György Lukács è stato un intellettuale ingombrante, uno di
quei pensatori in cui vita, politica e pensiero si fanno tutt’uno,
a formare un coacervo la cui cifra non è affatto agile alla
metabolizzazione. Tenendo ferma questa consapevolezza,
crediamo sia tuttavia possibile, anzi auspicabile, confrontarsi
con il notevole contributo speculativo lukácsiano eludendo
la tentazione di eleggere a criterio unico di giudizio l’adesione
o la repulsione verso i connotati ideologici che il suo
pensiero esibisce.
Ciò non significa, per converso, sentirsi autorizzati a lanciarsi
in improbabili operazioni di maquillage storiografico.
Lukács è stato un filosofo integralmente marxista: questa
appartenenza ideologica ne ha connotato intimamente lo
sguardo, così tanto da non lasciare residui, e ha informato
in modo pervasivo l’orizzonte di esercizio del suo pensiero,
così tanto da non lasciare spazio ad ambiguità.

16,00

COD: 9788866224554 Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2016

Numero pagine

158

ISBN

978-88-6622-455-4

Collana

Thesaurus – Scientifica

Formato

Cartaceo

Autore

Sampugnaro Luisa

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Estetica e teoria dei generi in György Lukács”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]