La letteratura calabrese per la scuola media – volume I

[wc-ps]

Questo libro, La letteratura calabrese per la Scuola media, vol. I, è il racconto della nascita e dello sviluppo ininterrotto della civiltà letteraria calabrese: dalle origini al Barocco. Va dalla presenza, presso la Corte di Federico II, di poeti, come Folco Ruffo, e di scienziati, come Giordano Ruffo, a quella di Barlaam, che fu maestro di Francesco Petrarca, e di Leonzio Pilato, che per primo, in tutta l’Europa, tradusse dal greco in latino l’Iliade e l’Odissea di Omero e l’Ecuba del poeta tragico Eschilo. Grandi storici, come Giovanni Simonetta, e grandi umanisti, come Giulio Pomponio Leto, emergono nel Quattrocento. Nel Cinquecento s’impone la presenza di Bernardino Telesio la cui importanza è pari a quella di Galileo Galilei, e Galeazzo di Tarsia si rivela come il più possente lirico del secolo. Infine, il Seicento, il secolo del Barocco in cui non mancano i poeti barocchi calabresi, come Francesco Della Valle e Cesare Monizio. Così come non mancano i poeti dialettali, quali Duonnu Pantu, Ignazio e Giuseppe Donato. Il volume è completato da numerose schede didattiche, pubblicate a parte.

12,00 8,40
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

La letteratura calabrese per la scuola media – volume III

[wc-ps]

Con questo terzo volume trova conclusione, naturalmente provvisoria, La letteratura calabrese per la scuola media. Il secolo, che vi sta a protagonista,E’ � il Novecento con affaccio sul Duemila. Anche in questo secolo, un secolo senza sorriso per la Calabria del lavoro, la civiltˆ letteraria calabrese intreccia il suo svolgimento con quello della civiltˆ letteraria italiana. Gli scrittori, i narratori, i poeti di nostra terra sono dentro tutti i movimenti letterari, che attraversano la Letteratura italiana del Novecento: il realismo postverghiano, il futurismo, l’ermetismo, il realismo magico, il neorealismo, lo sperimentalismo. Ma c’è da sottolineare subito che il massimo di elevazione la Letteratura calabrese lo consegue nella narrativa, non nella poesia nella quale si sentono gli echi dei grandi poeti nazionali. Fatta eccezione per Lorenzo Calogero, Franco Costabile, Emilio Argiroffi, Dante Maffia. Con Corrado Alvaro la Letteratura calabrese fa splendere la Letteratura italiana. Con Francesco Perri dˆ alla letteratura italiana quel che le mancava: il romanzo organico dell’emigrazione. E con Saverio Montalto e Saverio Strati toglie il silenzio della letteratura italiana sul fenomeno mafioso. Emerge in questo terzo volume la voce delle donne e largo posto è stato dato ai poeti dialettali nei quali rivive e opera la nostra lingua materna, il dialetto, nobilitato da ascendenze latine e greche. E, insomma, con questo terzo volume si può dire che il racconto della favola è finito, ma vera, bella, immortale è la Letteratura calabrese.

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

La politica locale

[wc-ps]

Questo volume ricostruisce ed analizza le vicende politiche, amministrative ed elettorali della città di Cosenza nel sessantennio repubblicano, inquadrate all’interno dei cambiamenti che attraversano la realtà politica del Meridione d’Italia.
Oggetto d’indagine sono i partiti politici, gli amministratori comunali e le forme della partecipazione dei cittadini.

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Letteratura come arte della formazione

[wc-ps]

Quali sono le origini dell’odierna formazione? Sono davvero così recenti e totalmente anglosassoni, come nella cultura aziendale è opinione diffusa ma mai dimostrata? Teorie, esempi e modelli racchiusi in queste pagine ci inducono a cambiare prospettiva: il gene della formazione è da ricercare molto indietro nel tempo, racchiuso nelle pieghe della nostra letteratura.
Partendo da questo assunto, mediante il filo rosso dello humanistic management, il libro attraversa temi quali educazione, formazione, sviluppo personale, comportamento organizzativo, scrittura di sé.

 

4,9916,00
3,4911,20
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Letteratura siciliana contemporanea

[wc-ps]

Un’opera unica, originale, completa
efficace e convincente
sulla letteratura siciliana contemporanea
realizzata da Carmelo Aliberti,
in anni di certosino lavoro critico,
meritoria per la preziosa analisi critica,
per i profili di scrittori e poeti,
setacciati dallo studioso siciliano
con un’adeguata metodologia.
Un’opera essenziale per addetti ai lavori,
appassionati, lettori e studenti
delle varie scuole e delle Università…

Giorgio Bárberi Squarotti

 

40,00 28,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Lezioni di letteratura calabrese

[wc-ps]

Il libro raccoglie le lezioni tenute agli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore – Liceo Ginnasio Statale “G. Garibaldi” e Istituto Statale d’Arte “A. Alfano” di Castrovillari – da illustri docenti in gran parte calabresi. Ne viene fuori un vero e proprio “corso” di letteratura calabrese che gli studenti hanno seguito e che dovrebbe essere oggetto di studio in tutte le Scuole Superiori, come necessario approfondimento della cultura della nostra terra e delle nostre genti.

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Lezioni di letteratura calabrese dalle origini ai giorni nostri

[wc-ps]

Queste Lezioni di letteratura calabrese, tenute presso l’Università per Stranieri Dante Alighieri di Reggio Calabria nell’anno 2011 e ora raccolte in volume, sono il frutto più maturo dell’inesausta ricerca di Pasquino Crupi nel campo della civiltà letteraria calabrese. Con sintesi formidabile, che non va mai a scapito della completezza e della chiarezza; con un linguaggio affascinante, che respinge le morbidezze e le leziosità accademiche, Pasquino Crupi ricostruisce la storia della letteratura calabrese da Cassiodoro ai nostri giorni , secolo dopo secolo, sottolineando le svolte e i momenti di crescita che i letterati calabresi hanno saputo imprimere dentro lo svolgimento della letteratura nazionale. Non senza vigore polemico, sempre, però, accompagnato da rigore scientifico.

 

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Moving ideas

[wc-ps]

È un libro di Letteratura Inglese raccontata. Pur rispettando l’ordine cronologico della storia
della letteratura inglese, il lavoro è orientato e adattato in base ai processi di apprendimento e in relazione
ai tempi che cambiano. Il titolo e il sottotitolo ne sintetizzano l’intento: una raccolta di idee
aperte, intercambiabili, che attingono informazioni da materiali di studio classici e moderni.
I vari linguaggi usati – dal letterario al cinematografico all’artistico al tecnologico – si rincorrono
ininterrottamente in una continua ricerca di chiavi di letture diverse da utilizzare per arrivare al
proprio vissuto e al proprio essere.
La pluralità dei contenuti proposti si pone come obiettivo primario un apprendimento accessibile
a tutti e favorito da ciò che ci ha insegnato Gardner con la sua teoria delle intelligenze multiple: c’è
anche il piacere di parlare di un certo tipo di musica, di un certo tipo di arte e di cinema, in definitiva
di un certo tipo di cultura non immediato ma duraturo nel tempo che regala emozioni da conservare
gelosamente. Si vuole trasmettere l’amore per certi autori o, come dice Borges, per certe pagine, o
meglio ancora, per certe frasi […]. Ci si innamora di una frase, poi di una pagina, poi dell’autore.
È un gioco di mediazione di significati sviluppati trasversalmente attraverso i tre principi cardini
della riformulazione comunicativa di Jakobson: si va quindi dalla traduzione interlinguistica a
quella intralinguistica e intersemiotica a seconda delle associazioni di idee di quel momento determinate
dal proprio background culturale.
Si passa frequentemente da un testo continuo a un testo non continuo e viceversa, e questo sia
per migliorare la comprensione di lettura caldeggiata dagli esperti OCSE-PISA, che per supportare
attività di produzione scritta. Non solo, quindi, comprendere e utilizzare testi scritti, ma anche, come
recita la definizione di reading literacy, riflettere «sui loro contenuti al fine di raggiungere i propri
obiettivi, sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità e svolgere un ruolo attivo nella società».
Ci sono più attività a carattere contenutistico che strutturale perché, come dicono i miei studenti,
la Letteratura non è Matematica, con i suoi teoremi da applicare, ma è libertà. Non ci sono quindi
analisi guidate, che portano dove chi fa le domande vuole, poiché l’auspicio di questo libro è quello
di non avere risultati standardizzati: la pluralità delle risposte corrisponde ad una ricchezza culturale
a cui ognuno di noi dovrebbe tendere.

18,60 13,02
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Navighiamo nel presente

[wc-ps]

L’Autore, partendo dalla sua lunga esperienza di docente, ha progettato per la Scuola una raccolta di letture, che possano essere per gli alunni non soltanto un mezzo di informazione, ma anche uno stimolo a porsi in maniera critica di fronte ai problemi inquietanti della nostra società. I brani letterari (N. Ginzburg e Brizzi, Rilke), gli articoli di quotidiani, i testi poetici e musicali (Ligabue, Prevert, Laura Pausini) rimandano a dinamiche dei vissuti e dei sentimenti giovanili e invitano alunni e docenti ad una “battaglia” quotidiana contro il razzismo, le mafie, le varie forme di violenza, di aggressività, di distruttività perfino nei confronti dell’ambiente naturale e sociale. Il libro è arricchito da un apparato didattico sotto forma di proposte di lavoro e suggerimenti per l’approfondimento dei temi utili ad una efficace comprensione dei testi, allo sviluppo delle conoscenze linguistiche e a favorire la realizzazione di lavori singoli o di gruppo all’interno della classe.

Lettera di Claudio Dionesalvi

 

14,90 10,43
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Numero tematico 11

[wc-ps]

Il computer, nella scuola dell’Infanzia, può risultare un potente strumento interattivo, migliorare competenze ed avviare processi di duttilità mentale solo se l’approccio allo strumento è gestito come percorso cognitivo. In tal senso, nel C.I.R.D. dell’Università della Calabria, è stata avviata una fase di ricerca-azione sull’utilizzazione del computer, in sezione, creando il software INF@ 0.1 con l’intento precipuo di indagare se adeguati ambienti apprenditivi contribuiscono ad aumentare la creatività nei bambini ed al contempo rafforzare apprendimenti specifici in alcuni ambiti. Il presente volume espone il report del percorso facendo leva, nello specifico, sulla documentazione prodotta nell’ambito della sperimentazione al fine di promuovere un dibattito più ampio e costituire una banca dati presso il C.I.R.D. da mettere a disposizione degli insegnanti e degli studenti  del corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

 

8,9918,00
6,2912,60
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli

Numero tematico 12

[wc-ps]

Questo lavoro si pone l’obiettivo di ricostruire le principali caratteristiche socio-educative della politica scolastica fascista in Calabria nel contesto di una più ampia indagine volta a individuare e de-costruire la trama ideologica che ha scandito la storia post-unitaria della scuola meridionale fino alla nascita della Repubblica.Il nucleo ermeneutico della nostra tesi consiste nel dimostrare che, in questi anni di vita unitaria, la marginalità sociale emerge quale forma dominante dell’articolato e contraddittorio processo di interculturizzazione nazionale che ha investito le masse popolari del Mezzogiorno.

18,00 12,60
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Numero tematico 16

[wc-ps]

 

In quest’ultimi anni, nella scuola italiana dell’Infanzia e Primaria si impiega il computer, prevalentemente, per attività didattiche volte all’uso, raramente alla costruzione, di ipertesti-ipermedia, perdendo così l’opportunità di sperimentare, in un quadro tecnico di riferimento ben preciso, tipologie d’attività che meglio si adeguano all’incontro dei bambini con il computer e metodologie d’insegnamento atte a valorizzare il ruolo dell’insegnante nella sua specificità. Nel CIRD dell’Università della Calabria, è iniziata, già da qualche anno, una intensa attività di ricerca-azione finalizzata a sperimentare percorsi didattici nell’area logico-matematica dove il computer è visto come potente strumento interattivo avente ruolo prevalente di rinforzo per la scoperta e l’immaginazione. Il volume espone il report del percorso di ricerca-azione facendo leva, nello specifico, sulla metodologia didattica-laboratoriale rivisitata nel suo significato più genuino, quello che punta ad un apprendimento autonomo ed alla costruzione di competenze matematiche significative. Lo sforzo degli autori di questo libro è stato quello di far raccontare agli insegnanti i laboratori esperiti per mostrarne la fattibilità e l’efficacia. L’intento è quello di promuovere interventi educativi diversi da quelli tradizionali e dare, al contempo, l’occasione di attuare l’intervento nell’ottica della continuità tra scuola dell’Infanzia e Primaria, anche al fine di rilevare le eventuali differenze nella ricaduta educativa.

 

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Numero tematico 18

[wc-ps]

 

Nella scuola dell’Infanzia il racconto di una fiaba è fondamentale perché rappresenta un momento magico della comunicazione adulto-bambino ed al contempo uno strumento linguistico, cognitivo e psicologico molto importante. In particolare, per l’educazione matematica la fiaba risulta uno strumento privilegiato perché conduce i bambini ad assimilare idee generali sui concetti logici, preparandoli ad una formazione di una mentalità atta a rivedere, successivamente, la matematica ad un modo di fare, di pensare ed agire. Le pagine di questo volume raccontano – con la metrica delle implicazioni educative – il progetto di ricerca-azione Percorsi logici e matematici nella scuola dell’Infanzia: ti racconto una fiaba elaborato nel CIRD dell’Università della Calabria e realizzato in collaborazione con insegnanti di scuola dell’Infanzia.
L’intento del libro è quello di offrire spunti operativi per introdurre, in sezione, un approccio alla matematica mediante la dimensione della fiaba; il percorso esperito, differente da quelli tradizionali, diventa facilmente e proficuamente ripercorribile, da parte degli insegnanti, qualora ci sia la piena convinzione della sua utilità e la piena assunzione della sua progettualità.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Numero tematico 21

[wc-ps]

In questo volume si riportano gli atti della seconda giornata di lavoro, svolta il 27/5/2013 nell’aula Magna dell’Università della Calabria, su Progetto Matematica e Computer; Progetto ACPAMTSO.
Dopo una breve introduzione sui progetti medesimi si riportano tutti gli elaborati presentati dagli studenti partecipanti.
Opportune conclusioni, con l’elenco degli Istituti e dei docenti partecipanti, completano il volume.

20,00 14,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Nutrilo di latte

[wc-ps]

Il latte materno è il migliore alimento per il neonato: è specie-specifico, sicuro dal punto di vista microbiologico ed igienico, immunologicamente attivo, economicamente vantaggioso e, soprattutto, nutrizionalmente bilanciato. L’alimentazione della mamma nel periodo della lattazione deve variare sotto l’aspetto quantitativo e qualitativo. Dal concepimento al termine dell’allattamento, è consigliato seguire una dieta varia in grado di soddisfare le esigenze nutrizionali secondo quanto definito dalle Linee Dietetiche nazionali ed internazionali (LARN e RDA). Le proteine dovrebbero aumentare di circa il 50%, i carboidrati del 60% e i lipidi dovrebbero rimanere pressoché invariati favorendo il consumo di acidi grassi essenziali della serie ω-3. Inoltre, durante l’allattamento, è consigliato raddoppiare l’assunzione di vitamina A e di iodio e di aumentare del 50% l’apporto di vitamine C, B6 e zinco. Una preliminare analisi di latte materno nella provincia di Cosenza, ha messo in evidenza che nel 44,5% dei casi il latte materno analizzato, se pur buono, mostra degli sfasamenti che potrebbero dipendere dalla dieta materna. In questa monografia sono stati proposti degli schema dietetico/nutrizionale e alcune ricette, rivisitando classici della cucina mediterranea , da poter utilizzare in gravidanza ed allattamento in modo da fornire alla mamma ed al bambino un apporto nutrizionale adeguato e garantire un prosieguo salutare ad entrambi.

13,00 9,10
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Officina Italiana

[wc-ps]

Di Anna Maria Barreca, Concetta Cogliandro e Gisella Murgia: Officina Italiana è un eserciziario di grammatica italiana destinato a studenti stranieri che possiedono una competenza di base della lingua. Gli esercizi, che presentano tipologia varia, sono contrassegnati da simboli che ne individuano la difficoltà sia dal punto di vista strutturale che lessicale. Le chiavi, inserite alla fine di ogni capitolo, consentono un utilizzo del volume anche senza la supervisione dell’insegnante. Delle stesse autrici, docenti di Lingua Italiana presso l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, è il volume Palestra Italiana (ed. Bonacci), eserciziario destinato all’apprendimento della lingua Italiana a livello elementare.

15,00 10,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Pedagogia della vita quotidiana

[wc-ps]

Oggi, all’uscita di una transizione epocale, educare ed occuparsi d’educazione risulta essere assai più difficile ed impegnativo di quanto non fosse in un passato non lontano e ben presente nella memoria. Questo, in sostanza, perché è cambiato il concetto stesso di educazione come è cambiata la realtà socio-culturale nella quale si educa: l’educazione è per tutta la vita, in tutte le sedi di interazione e di comunicazione umana e in tutto ciò che concorre all’evoluzione culturale, senza residui o riserve. Richiede, quindi, l’aiuto di un professionista specificamente formato in misura crescente. L’opera è stata scritta per quanti si occupano di educazione con intenzionalità e consapevolezza, non lasciando questo fondamentale atto umano al caso né alle consuetudini: a tutti i professionisti la cui cultura e il cui esercizio richiedano un componente pedagogico essenziale; a tutti gli educatori che comprendano l’importanza di una competenza pedagogica adeguata; e a quanti, sempre più numerosi, si occupano di Pedagogia professionale nelle sedi più diverse: dai servizi sociali alla sanità, dalla libera professione alla giustizia, dagli enti locali all’associazionismo e al volontariato, dalla scuola ai servizi educativi per ogni età, e in generale nelle varie istituzioni educative, didattiche, sociali e culturali che si moltiplicano per l’utenza più diffusa e differenziata. Ciò vale in particolare per quanti sono impegnati a vario titolo e in diverse sedi nei problemi fondamentali che riguardano proprio la vita quotidiana della persona umana, la coppia, la famiglia, la partnership, la sfera della sessualità, i figli, il lavoro, le relazioni esterne e le regole della convivenza nelle varie istanze sociali.

25,00 17,50
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Punto e a capo

[wc-ps]

Catturata dalla recensione di un libro, corro in libreria
a comprarlo e lo leggo tutto d’un fiato.
Il libro mi piace. È una divertente denuncia dell’attuale
situazione della scuola italiana. C’è dentro lo
sconforto proprio a tanti docenti, che stanchi di non
essere ascoltati, hanno finito con il nascondere anche
a se stessi, la desolazione che campeggia sovrana nelle
aule scolastiche.
Mi piace, l’ironia con cui vengono affrontati problemi
vecchi e nuovi della scuola italiana: progetti,
percorsi, debiti, crediti e quanto altro è entrato a far
parte del lessico scolastico, nonché l’innegabile scomparsa
dello studio; ma mi discosto da quanto scritto
nel momento in cui si vuole far coincidere il possesso
di una laurea con la capacità di insegnare.
So bene, purtroppo, sia per esperienza diretta, che
indiretta, che non è così.
Troppe volte ho visto

10,00 7,00
Visualizzazione veloce
Aggiungi al carrello

Remo Cantoni tra filosofia e antropologia

[wc-ps]

Nell’ancora oggi irrisolta interrogazione aperta in Italia dal complesso e multiforme lavoro di Remo Cantoni e nell’ambito di un rinnovato interesse per i nuclei filosofici e culturali proposti dall’opera del filosofo milanese, si inserisce, questo agile ma puntuale compendio. Un lavoro dedicato ad una ampia e panoramica revisione del fondamentale rapporto esistente nella teoresi cantoniana tra la messa a fuoco delle nuove antropologie dell’uomo che sorgono dalla nascita delle scienze etnografiche nel novecento e la crisi del pensiero filosofico classico, coinvolto nei fuochi divampanti e negli orrori ideologici e nelle prassi antiumane del secondo conflitto mondiale. I punti affrontati dall’autrice, mettono in rilievo una ricostruzione del percorso effettuato da Remo Cantoni nelle sue trasformazioni teoretiche, nelle sue principali figurazioni ermeneutiche, esistenzialistiche, antropologiche e spirituali.

6,9912,00
4,898,40
ebook - cartaceo
Visualizzazione veloce
Scegli