Carlo Turano (1864-1926)

Democratico e socialista. Un protagonista delle vicende politiche calabresi e delle questioni meridionali tra Otto e Novecento

Batte sull’uscio, per tutti, la miseria. Una minuscola minoranza d’uomini per interessi egoistici si è costituita in classe per tenervi soggetti, impotenti, e meglio sfruttarvi. Ogni potere pubblico è nelle loro mani quale mezzo di asservimento. Si semina corruzione a piene mani per precludere alle vostre coscienze qualunque percezione di dritto. Il vostro sangue, il vostro onore, il vostro corpo, ènull’altro per essi che strumento creatore di benessere. Voi certo desiderate dei miglioramenti: Basta crederli attuabili, come tutti li credete: basta capire che essi non potranno venirvi concessi spontaneamente dalle classi sovrastanti senza lotta; che nessuna lotta si vince senza forza, che nessuna forza si consegue senza accordo. Tralasciate le piccole animosità, smussate qualche divergenza fra voi, valutate invece com’è smisurata la folla a cui siete mischiati, quale potenza essa puÚ esercitare se cosciente, compatta. Nel prossimo giorno, nel quale confiderete il vostro avvenire e quello dei vostri figliuoli, nelle mani dell’eligendo deputato, riflettete sull’uomo a cui affidate sÏ importante mandato. (Carlo Turano Il Girovago. Pro-Candidatura C. Turano. Elezioni politiche nel Collegio di Cotrone, Tipografia di Tommaso Pirozzi, Cotrone 1897)

 

18,00

COD: 8881013126 Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2006

Numero pagine

256

Collana

I quaderni del Giornale di Storia

Formato

Cartaceo

ISBN

88-8101-312-6

Autore

Palmieri Christian

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Carlo Turano (1864-1926)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]