Biografia

Author Picture

Cordova Ferdinando

Nato nel 1938 a Reggio Calabria, dove tornava spesso per lunghi periodi di vacanza e di studio. Cordova è stato autore di numerosi saggi sulla storia e la cultura dell'Italia dall'Unità alla Repubblica. Nei suoi studi, autorevoli per quanto riguarda i contenuti e l'interpretazione degli avvenimenti storici e rigorosi dal punto di vista metodologico, si è occupato inizialmente della crisi della democrazia nell'Italia liberale e della nascita del fascismo, dedicando a questi argomenti volumi, giudicati essenziali alla migliore comprensione del periodo.
Sviluppando il tema della responsabilità delle classi dirigenti nella formazione dello Stato post-unitario, ha, quindi, analizzato la crisi di fine secolo, scrivendo, tra l'altro, "Alle radici del malpaese. Una storia italiana" (1994), volume riproposto recentemente da Manifestolibri. Nella stessa ottica si è occupato della massoneria e dei suoi rapporti con il potere politico, allargando quindi la sua indagine al campo della cultura in età liberale.
Una parte considerevole della sua opera di studioso, Cordova l'ha dedicata alla Calabria dopo l'Unità. A tale proposito vanno ricordati, in particolare, i volumi "Alle origini del PCI in Calabria" (1977); "Sottosviluppo e fascismo nel Mezzogiorno: le Calabrie" (1992); "Massoneria in Calabria. Personaggi e documenti. 1863-1950" (1998), "Il fascismo nel Mezzogiorno: le Calabrie" (2003), mentre con Pantaleone Sergi nel 2005 ha curato il volume "Regione di Confino. La Calabria (1927-1943)".
Cordova è stato anche presidente dell'Istituto Calabrese per la storia dell'antifascismo e dell'Italia contemporanea (Icsaic) e dirigeva la rivista "Giornale di Storia contemporanea", pubblicata dall'editore Pellegrini.

Nessun prodotto è stato trovato