Biografia

Author Picture

Badolati Arcangelo

Arcangelo Badolati, giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, è caposervizio del quotidiano “Gazzetta del Sud”. Nato a Palmi, è componente del Centro di documentazione e ricerca sul fenomeno mafioso dell’Università della Calabria, docente presso l’ateneo al Master sull’Intelligence e tiene, inoltre, seminari sulla Storia della criminalità organizzata nel corso di Pedagogia della R-esistenza. È autore, inoltre, con Marisa Fallico, della trasmissione televisiva “Nera di Calabria” ed è ideatore e conduttore, con Attilio Sabato, del programma tv di approfondimento storico “’Ndrine”. Ha vinto la quinta edizione del Premio “Alarico” per il settore Cronaca (2003); il Premio “Internazionale del Mediterraneo” (2006); il Premio letterario “Pasquale Rossi” (2006); il Premio “Riccio” (2007); il Premio “Cristo d'argento” (2008); il Premio Unesco per il giornalismo (2009); il Premio “Vienna da Fuscaldo” (2009); il “Premio Renato Caminiti” (2009); il Premio “Giuseppe Calogero” (2009); il Premio “Capo Spulico” (2010); il Premio per il “Giornalismo d’inchiesta” (2010); il “Paul Harris Fellow” della Fondazione Rotary International (2010); il Premio “Bernardino Telesio” (2010); il Premio Internazionale Calabria-Mondo (2010); il Premio “Gerbera Gialla” (2011); il Premio “Strill&Rischia-Tabula rasa” (2011); il Premio internazionale “Custodi della memoria” (2011); il Premio “Luigi Malafarina” per il giornalismo (2012); il Premio alla “cultura per la Calabria e la Basilicata” (2012); il Premio internazionale “Proviero” (2012); il Premio “Testimone della Calabria” (2013), il “Premio per la cultura” dalla Società internazionale di filosofia “Karl Otto Apel” (2013). Ha ricevuto due riconoscimenti speciali (2010 e 2011) dall’Associazione Nazionale Polizia di Stato per le inchieste giornalistiche condotte negli ultimi sedici anni. Riconoscimenti speciali per le pubblicazioni prodotte in Italia gli sono stati assegnati dalla  “Accademia di Calabria” di Toronto (Canada-2010); dall’Osservatorio “Falcone - Borsellino - Scopelliti” (2011); dal Laboratorio “Giovanni Losardo” (2012) e dall’Associazione Nazionale Carabinieri (2013). Un riconoscimento accademico per l’impegno culturale mostrato a favore della diffusione della legalità gli è stato conferito dal Dipartimento di Lingue e Scienza dell'Educazione dell’Università della Calabria (2013).
Ha pubblicato: I segreti dei boss (2001); Malandrini (2002); Omicidi nel Cosentino ‘98-2001 (2001); Sette casi per sette delitti (2003); Il Mig delle bugie (2005); il Mammasantissima (2006); Crimini (2007); ’Ndrangheta eversiva (2007); I segreti dei boss - 2 (2008); Faide (2009); Banditi e Schiave (2009); La Giustizia italiana raccontata ad un alieno (2010); Stragi, delitti e misteri (2011); Codice Rosso, la sanità tra sperperi, politica e 'ndrangheta (2012).