Ariosto e bacco due

Che l’Orlando furioso sia stato segretamente progettato come un gigantesco sileno di Alcibiade, come una corteccia cavalleresca in superficie che nasconde midolla teologiche al suo interno, è la proposta sorprendente e innovativa del presente saggio che condensa il risultato di un lavoro di ricerca ultradecennale. Attraverso una rigorosa analisi del testo ariostesco e un serrato discorso critico e storico, l’autore delinea l’immagine inedita di un Ariosto apocalittico e “solare”, nutrito di filosofia neoplatonica, ermetica e ficiniana, prudentemente ironico e nicodemita nella finzione letteraria, in realtà in bilico tra ortodossia ed eresia, aperto a suggestioni ecumeniche di “pace della fede” e a utopistiche attese di una nuova religione riformata. L’ultimo capitolo del volume, Bacco oltre Ariosto, insegue le tracce della maschera silenica di Bacco-Cristo nella cultura europea del Cinquecento e del Seicento, in particolare nella pittura di Lotto e Caravaggio e nelle utopie solari di Moro, Campanella e Shakespeare, e ricostruisce alcuni insospettabili momenti di storia della ricezione segreta del capolavoro ariostesco nelle correnti culturali del Rinascimento più permeate dagli influssi della filosofia occulta e del sapere alchemico.

30,00

COD: 9788881013951Categorie: ,
Anno di pubblicazione

2006

Numero pagine

480

Collana

Crocevia

Formato

Cartaceo

ISBN

978-88-8101-395-1

Recensioni

Non ci sono recensioni

Scrivi una recensione a: “Ariosto e bacco due”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Editorial Review

[contact-form][contact-field label="Nome" type="name" required="true" /][contact-field label="Email" type="email" required="true" /][contact-field label="Sito web" type="url" /][contact-field label="Messaggio" type="textarea" /][/contact-form]